Auto usata, cosa controllare prima dell’acquisto

Auto usata Cosa controllare al momento dell’acquisto: dalle garanzie del produttore agli eventuali difetti e segni di usura.

Per risparmiare sull’acquisto di un’auto è possibile comprare un’auto usata o un’auto a km zero. Dopo avervi descritto cosa verificare al momento dell’acquisto di un’auto a km zero, oggi vi diremo cosa controllare all’acquisto di un’auto usata.

Se state per comprare un’auto di seconda mano vi serviranno alcuni consigli per non avere cattive sorprese. Il segreto sta nel non lasciare nulla al caso e non trascurare alcun controllo. Quando si vuole comprare un’auto usata da un privato, questo, al contrario dei rivenditori specializzati, non è tenuto a rilasciare alcuna garanzia. I commercianti sono tenuti, per legge, a rilasciare una garanzia non inferiore ai 12 mesi anche quando si tratta di auto di seconda mano.

Auto usata Cosa controllare prima dell’acquisto:

  • Controllate i gruppi ottici: se questi non sono perfettamente allineati a cofano e paraurti (se è presente un dislivello), vuol dire che la vettura ha subito un urto e non è stata riparata in modo corretto.
  • Come capire se il contachilometri mente?
    Osservate l’usura dei rivestimenti dei pedali (freno, acceleratore e frizione), se sono troppo usurati rispetto ai pochi chilometri indicati dal sistema vuol dire che qualcosa non va. Una vettura con meno di 40 mila km percorsi presenta pedali ancora in buone condizioni.
  • Buchi sulla tappezzeria
    Fin quando si tratta di macchie o aloni non c’è alcun problema, qualsiasi macchia può essere rimossa con dei detercenti specifici. Il problema sorge quando la tappezzeria presenta buchi. Una bruciatura si ripara con 70 euro, i prezzi salgono quando si parla di interni in pelle.
  • Da controllare è anche l’usura degli pneumatici, nel nostro articolo “Quando cambiare gli pneumatici” vi segnaliamo gli indicatori di rischio.
  • Per capire se la vettura ha subito incidenti gravi potete dare un’occhiata alle lamiere sottostanti il rivestimento del vano bagagli, proprio nei pressi della ruota di scorta. Pieghe o variazioni anomale possono essere ottimi indicatori.

Auto usata Cosa controllare con la prova guida

  • Se a una velocità costante di 40 km/h lasciate le mani dal volante (per pochi istanti) e la vettura devia, verificate la convergenza.
  • Il cambio non deve grattare altrimenti potrebbe trattarsi di eccessiva usura o di un guasto. Le componenti da verificare sono proprio trasmissione e motore, la spesa per la riparazione potrebbe essere davvero alta, meglio cambiare modello!
  • Accelerate da fermi e controllate il tubo di scarico: se è un diesel e la fumata è nera potrebbe essere il filtro dell’aria o del gasolio, una spesa di 80 euro.
  • Girate il volante, se il movimento è a scatti e non lineare e se avvertite dei rumori, il servosterzo e la scatola guida potrebbero essere a rischio.

Auto usata Cosa controllare, consigli utili

  • La vettura deve essere esaminata pulita e alla luce del sole. Se si tratta di un’auto usata 4×4 vi riamandiamo al nostro approfondimento “cosa valutare un’auto 4×4
  • Indagate sulle abitudini di guida del vecchio proprietario: se la vettura ha percorso sentieri in montagna o strade sterrate, quasi sicuramente avrà tutti gli organi di trasmissione a rischio, ponendola su un ponte sarà possibile ispezionarla sotto.
  • Può esservi utile: come comprare un’auto usata.
  • Se le fiancate sono graffiate niente di grave, magari può essere riparata con una pasta. Al contrario, se la vernice è stata grattata via bisognerà provvedere con una riparazione dal carrozziere e questo vi porterà via almeno 300 euro. Fate notare la cosa al vecchio proprietario e chiedete uno sconto.
  • Controllate i gruppi ottici, se presentano crepe la sostituzione è imminente e un faro costa circa 300 euro!

Pubblicato da Anna Sepe il 9 marzo 2014