Batteria auto scarica, cosa fare

batteria auto scarica

Batteria auto scarica, cosa fare e come comportarsi per caricare correttamente la batteria dell’auto. Istruzioni sulla ricarica e informazioni sulla manutenzione della batteria auto.

La batteria è il cuore pulsante di una vettura: avere la batteria auto scarica non ci consente di arrivare da nessuna parte! La batteria dell’auto fornisce energia elettrica al motorino d’avviamento e l’alimentazione dei fari e dei dispositivi di bordo della vettura ferma, al contrario, quando il veicolo è in marcia, la ricarica della batteria avviene attraverso l’alternatore.

Batteria auto scarica, come ricaricarla

Almeno una volta nella vita vi dovrà capitare di avere la batteria auto a terra e improvvisare una ricarica di emergenza.

Come si capisce che la batteria dell’auto è scarica?
Se, al momento di avviare la vettura, la batteria è a terra,  il motorino d’avviamento gira piano e l’auto, se parte, lo fa con fatica. La soluzione più indicata per rimettere in sesto la propria auto consiste nel caricare la batteria con apposito caricabatterie. Di seguito vi indichiamo una serie di articoli-guida e approfondimenti dedicati al problema della batteria auto scarica, mentre nel testo a seguire vedremo come avviare una vettura nonostante la batteria a terra.

Batteria auto scarica, come avviare l’auto con i cavi

La ricarica d’emergenza è la soluzione più veloce per porre rimedio a una batteria scarica. Quando l’auto non parte e la causa è la batteria a terra è possibile provvedere con l’accensione d’emergenza sfruttando i cavi e la batteria di un’altra auto.

E’ sempre bene circolare con un paio di cavi d’emergenza a bordo auto.

In questa operazione sono coinvolte due vetture che per semplicità chiameremo auto malata e auto sana.

  • la prima con la batteria auto scarica (l’auto malata)
  • la seconda con gli accumulatori carichi  (l’auto sana)

Entrambe le vetture devono avere motore spento, anche quella sana.

1) Il cavo rosso
Il primo passo da fare è compiere il collegamento delle due estremità del cavo rosso ai poli positivi di entrambe le batterie:
prendete un’estremità del cavo rosso e collegatelo al polo positivo della batteria dell’auto malata, prendete l’altra estremità del medesimo cavo rosso e collegatela al polo positivo dell’auto sana. 

2) Il cavo nero
Collegate poi l’estremità del cavo nero al polo negativo della batteria funzionante (dell’auto sana). Attenzione! Il cavo nero non va collegato alla batteria scarica! L’altra estremità del cavo nero va collegata in una zona non verniciata del vano motore dell’auto malata. Le vetture più moderne hanno una zona ad hoc per fissare il morsetto negativo ma potete scegliere qualsiasi zona perimetrale del vano motore lontana da componenti elettriche e da verniciature.

3) L’avviamento
Mettete in moto l’auto sana e aspettate qualche secondo. Provate ad avviare il motore dell’auto con la batteria scarica.

4) Scollegate i cavi
Scollegate prima il cavo nero e poi i cavi rossi. I cavi vanno scollegati in ordine inverso rispetto al collegamento.

Pubblicato da Anna Sepe il 18 marzo 2015