Cambiare la batteria dell’auto, istruzioni e consigli pratici

Cambiare la batteria dell’auto non è un compito difficile, tuttavia è sempre consigliabile l’intervento di un esperto.

Quanto costa far cambiare la batteria dell’auto
Prima di spiegarvi come cambiare la batteria auto da soli facciamo una breve panoramica circa il costo legato all’intervento di un esperto. Andando da un elettrauto o presso un officina specializzata per far sostituire la batteria dell’auto si devono affrontare due spese, la prima legata al costo della batteria e la seconda alla manodopera.

La batteria dell’auto ha un prezzo che oscilla mediamente tra i 60 e i 160 euro, dipende dalla garanzia di fabbrica, dal brand e dal tipo di batteria che s’intende installare. Un elettrauto onesto percepisce 20 euro per la manodopera in quanto l’operazione di sostituzione batteria auto richiede solo pochi minuti, tuttavia c’è chi arriva a chiedere 50 euro di manodopera.

Chi intende cambiare la batteria dell’auto presso un’officina farà bene a mettere subito le cose in chiaro e chiedere il costo dell’intervento così da poter fare un’immediata valutazione. Se proprio vi scoccia girare per officine, munitevi di pagine bianche e telefonate alle officine specializzate per chiedere i costi di manodopera legati alla sostituzione della batteria.

Come cambiare batteria auto da soli, le problematiche da affrontare
Sostituire la batteria dell’auto autonomamente è possibile. Chi ha un’auto di ultima generazione dovrà però fronteggiare più problemi: negli ultimi modelli di auto la batteria è ben nascosta e coperta da una scocca, inoltre le ultime generazioni di macchine hanno navigatore satellitare, radio-cd e un ricco sistema multimediale di bordo… staccando la batteria l’intero impianto resterà senza corrente, alcune vetture richiedono un codice di attivazione per avviare il sistema di intrattenimento di bordo (radio, navigatore etc…).

Altro problema è legato al cambio batteria su auto a GPL di serie, in questo caso, cambiando la batteria, la centralina che gestisce il passaggio da gpl a benzina va fuori controllo. Tale problema dovrebbe risolversi autonomamente dopo 20 minuti di tempo lasciando il veicolo in moto, in ogni caso è sempre bene leggere il manuale d’uso dell’auto.

I professionisti di settore risolvono questo problema munendosi di una batteria tampone così da non interrompere il passaggio della corrente durante la sostituzione della batteria. In ambito domestico, una qualunque batteria da 12 V può fare da tampone, quindi vediamo come procedere alla sostituzione della batteria dell’auto da soli senza interrompere l’apporto di corrente così da non far impazzire la centralina elettrica di bordo!

  • Scoprite la batteria che, come premesso, nei modelli più recenti è coperta da una scocca.
  • Allentate i morsetti della batteria da sostituire senza rimuoverli del tutto.
  • Collegate, con dei cavetti, la “batteria tampone” ai morsetti dell’impianto elettrico facendo attenzione a rispettare la polarità: polo positivo con polo positivo (rosso con rosso) e polo negativo con polo negativo (nero con nero).
  • Nella foto in alto è mostrato proprio un collegamento con la batteria tampone. Rimuovete completamente i morsetti collegati alla vecchia batteria lasciando attiva la batteria tampone.
  • Procedete con l’installazione della nuova batteria, e solo quando connessa sarà possibile rimuovere i morsetti della batteria tampone.

Nell’immagine di apertura (la prima partendo dall’alto) sono mostrati tutti i bulloni da svitare per poter estrarre la vecchia batteria. La procedura dettagliata per la rimozione della vecchia batteria dell’auto è disponibile nell’articolo Come staccare la batteria dell’auto.

Pubblicato da Anna Sepe il 6 agosto 2014