Come collegare i cavi della batteria auto

Come collegare i cavi della batteria auto: una guida che vi spiegherà come si collegano i cavi per ricaricare la batteria della macchina.

Tutte gli autoveicoli ospitano una grande batteria ricaricabile al piombo-acido, di solito posto nel vano motore e che alimenta l’impianto elettrico a 14,4 V (12 V nominali).

Come sono fatte le batterie dell’auto?

Di solito la tecnologia su cui vertono gli accumulatori di carica elettrica delle vetture è quella al piombo-acido. Le batterie delle auto sono costituite da sei celle piombo-acido in serie dove ogni singola cella ha un capacità di 2,12 V per una potenza complessiva di 12,70 V; questo valore scende, poco dopo il funzionamento, a 12 V (solo 2 V per singola cella).

Ognuna delle sei celle contiene un anodo di Piombo e un catodo di diossido di piombo posti in una soluzione elettrolitica acquosa contenente un’alta concentrazione di acido solforico. Mentre all’anodo avviene la l’ossidazione del piombo, al catodo si riduce il il diossido di piombo. Sono queste reazioni a determinare la differenza di potenziale pari a 2,0 V e solo le stesse reazioni a portare alla formazione di solfato di piombo e, a lungo andare, a determinare lo scaricamento della batteria.

Durante la ricarica della batteria auto, solo il solfato di piombo a livello del catodo (piastra positiva) si trasforma in biossido di piombo mentre quello dell’anodo diventa ancora piombo spugnoso. Nello stesso tempo si ha la formazione di acido solforico e consumo di acqua facendo aumentare la concentrazione dell’elettrolita.  La batteria dell’auto si ritiene carica quando l’elettrolita avrà raggiunto un’opportuna quantità. Gli eventuali rabocchi d’acqua distillata vanno eseguiti solo dopo la ricarica.

Come collegare i cavi della batteria auto

Dopo questa breve introduzione agli accumulatori di carica elettrica degli autoveicoli, passiamo a vedere come si collegano i cavi per caricare la batteria.

Diciamo subito che il positivo va con il positivo (il cavo rosso va collegato tra i due morsetti con simbolo +) mentre il cavo negativo va posto solo alla batteria carica e NON va collegato alla batteria scarica bensì va messo “a massa”. Cosa significa?

Come visto nell’illustrazione presente nell’articolo Caricare batteria dell’auto con o senza cavi (ovviamente fate riferimento al paragrafo dedicato ai cavetti) è necessario lasciare l’anodo libero.

Come si collegano i cavi, istruzioni

  • Collegate il cavo rosso al morsetto + della batteria auto da ricaricare e collegate l’altra estremità del cavo al simbolo + della batteria che vi fornirà la carica (batteria di emergenza)
  • Collegate un’estremità del cavo nero (o verde) all’anodo (simbolo negativo, -) della batteria di emergenza. Attenzione! L’altra estremità del cavo scuro non dovrà essere agganciata alla batteria da ricaricare bensì dovrà essere posta in un punto di massa: una qualsiasi parte del telaio della vettura lontano da fonti elettriche. Nelle auto più moderne il punto di massa è indicato nel perimetro del pianale.

Pubblicato da Anna Sepe il 5 dicembre 2014