Limitazioni neopatentati: cose da sapere per evitare multe

Limitazioni neopatentati

Quali sono, ad oggi, i limiti in vigore per i neopatentati. Ecco cosa impone il codice della strada e tutto ciò che occorre sapere sulle limitazioni neopatentati.

Conoscere le limitazioni neopatentati ti consente di guidare con prudenza, magari scegliere l’auto giusta e soprattutto evitare multe salate. Già, perché le sanzioni per neopatentati sono più severe. Vediamo di capire quali sono i limiti di cilindrata per neopatentati e soprattutto cosa impone il codice della strada.

Limitazioni neopatentati: l’auto da guidare

Innanzitutto parliamo dei limiti di guida. Un neopatentato non può guidare una qualsiasi auto ma non è la cilindrata determinante. A fare la differenza è il rapporto peso-potenza.

neopatentati possono guidare autoveicoli con una potenza specifica riferita alla massa: non si può sforare i 55 kW per tonnellata. In più, la potenza totale non può superare una potenza massima pari a 70 kW (95 cv).

Le auto per neopatentati sono moltissime: le case automobilistiche italiane, infatti, si assicurano di porre tra gli allestimenti auto con propulsori adeguati. Tra le tante auto per neopatentati, segnaliamo:

  • Fiat Panda
  • Fiat 500
  • Lancia Ypsilon
  • Citroen C1
  • Peugeot 108
  • Renault Twingo
  • Smart
  • Diversi modelli di Mini
  • Ford Ka+
  • Nissan Micra
  • Opel Adam
  • Peugeot 208
  • Renault Clio
  • Toyota Yaris
  • Ford Fiesta
  • Citroen C3
  • Seat Ibiza
  • Polo Volkswagen
  • Volkswagen Up!
  • Seat Ibiza
  • Seat Mii

Se tuo padre ha già una vettura e tu, appena patentato, vorrai guidare quella, per scoprire se rispetta i limiti dovrai fare un semplice calcolo.

Come capire se un’auto rispetta le limitazioni neopatentati?

Per capire se puoi guidare un’auto da neopatentato, dovrai calcolare la potenza specifica (PS) che dovrà essere inferiore ai 55 kW.

Ti basterà dividere la potenza espressa in kW dell’auto che vuoi guidare, per la tara del veicolo espressa in tonnellate. Prendi il libretto della macchina, troverai queste due informazioni. Ecco un esempio di calcolo messo a disposizione dalla Polizia di Stato:

Prendiamo in esame un’autovettura di 46 kW con una tara 900 kg. Il calcolo della potenza specifica è semplice. Si ha una Potenza Specifica = 46/0,9 = 51,1 kW/t. Questa potenza specifica rispetta le limitazioni neopatentato perché non supera il limite di potenza di 55 kW/t.

Altri limiti per neopatenati

Come premesso, il Codice della strada impone limitazioni extra per chi ha da poco conseguito la patente. Per i primi tre anni dal conseguimento della patente, vi sono limidi di potenza e limiti di velocità e condotta su strada.

Il neopatentato dovrà rispettare questi limiti di velocità:

  • Il limite di velocità standard, in autostrada è di 130 km/h. Per i neopatentati si abbassa a 100 km/h.
  • 110 km/h è il limite di velocità standard per la viabilità sulle superstrade. Per il neopatentato questo limite di velocità si abbassa a 90 km/h.

Altro limite è relativo al tasso alcolemico dove, per i neopatentati, c’è tolleranza zero.

Sanzioni per neopatentati

Nell’infrangere il codice della strada, il neopatentato è punito più severamente. Ogni multa prevede una sanzione amministrativa supplementare con una decurtazione doppia dei punti patente.

In pratica se sei “pizzicato” a guidare parlando a telefono, invece di toglierti 6 punti patente come farebbero con un patentato esperto, te ne toglieranno 12!

Per quanto tempo si è neopatentati?

Per il codice della strada, lo “status” di “neopatentato” ha una durata di 3 anni per ciò che concerne le limitazioni del codice della strada e le sanzioni.

Quindi sei un neopatentato per i 3 anni successivi alla data di rilascio della licenza di guida. In questo lasso di tempo non dovrai superare i limiti di velocità  appena visti e “godrai” di tolleranza zero sul fronte test alcolemico. Nei primi tre anni sarai anche soggetto alle sanzioni maggiorate.

Per quanto riguarda il limite di guida, quindi riferito alla potenza della vettura, la durata dello status di “neopatentato” scende a un anno. Quindi solo durante il primo anno sarai vincolato a guidare veicoli dal rapporto peso/potenza ridotto.

Cosa succede se guido un’auto potente da neopatentato?

L’articolo 177 del Codice della Strada stabilisce un’eccezione ai limiti di potenza dell’auto per quei veicoli al servizio di persone invalide. Quindi se l’auto che guidi è al servizio di una persona invalida (invalidità civile, legge 104…) non rischi nulla.

In caso contrario, cosa rischi? Multa, fermo del veicolo e sospensione della patente. Ecco cosa rischi! Per l’ammontare della multa e la durata del fermo, ti rimando all’articolo: cosa succede se guido un’auto troppo potente. Tieni presente che vi sono conseguenze anche per l’intestatario del veicolo.

Pubblicato da Anna Sepe il 10 novembre 2018