Rapporto peso potenza neopatentati

rapporto peso potenza neopatentati

Rapporto peso potenza neopatentati: cosa significa, limiti previsti dalla legge, consigli per la scelta del veicolo e calcolo del rapporto peso potenza.

Rapporto peso potenza neopatentati: cosa significa

I neopatentati, nella scelta dell’auto da guidare, devono rispettare un doppio vincolo: da un lato la vettura non può avere una potenza superiore ai 70 kW (pari a 95 cavalli) e dall’altro il rapporto peso/potenza non può superare i 55 kW per tonnellate. 55 kW equivalgono a 75 cavalli.  Insomma, i neopatentati non potranno guidare un veicolo con potenza superiore ai 95 cavalli anche se il rapporto tra potenza e peso è inferiore ai 55 kW.

Il rapporto tra peso e e potenza di un veicolo è definito come la sua potenza specifica e dal mese di ottobre del 2007 è riportato, obbligatoriamente, sulla carta di circolazione del veicolo.

Neopatentati: limitazioni previste dalla legge

Per i neopatentati, le limitazioni previste dalla legge sono entrate in vigore dal febbraio del 2011. Queste limitazioni riguardano il già citato rapporto peso potenza che vincolano il neopatentato a guidare un certo tipo di vettura. Ci sono altre limitazioni previste dalla legge: c’è tolleranza zero per i neopatentati che guidano dopo aver bevuto alcolici e inoltre ci sono limiti di velocità più bassi. I neopatentati sulle autostrade non possono superare i 100 km/h mentre sulle strade extraurbane principali (strade statali) il limite di velocità imposto dal codice della strada per i neopatentati è di 90 km/h.

Le limitazioni sul tasso alcolemico e sulla limite di velocità ribassato,  hanno una durata di tre anni tuttavia, l’articolo 117 comma 2-bis del Codice della Strada impone ai titolari di patente di categoria B, di guidare un’auto dalla potenza ribassata solo per il primo anno dal conseguimento della patente. In particolare, l’articolo 117 comma 2-bis del codice della strada afferma:

‘ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kw/t. Nel caso di veicoli di categoria M1, ai fini di cui al precedente periodo si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW’.”

Auto per neopatentati: consigli

Consigli? Potete aspettare un anno e prendere direttamente un’auto dalla potenza specifica superiore… a meno che non vogliate acquistare una city car o una piccola berlina. Se volete comprare una city car o berlina, potete comprare un’auto nel rispetto della potenza specifica imposta dal codice della strada, se invece volete guidare un crossover o un coupé, aspettate un anno guidando con a bordo un automobilista esperto per poi comprare un’auto di categoria superiore.

Il nostro consiglio è quello di rispettare le limitazioni imposte dalla legge, pena la sospensione della nuova patente per un periodo che va dai 2 agli 8 mesi e una multa di 152 euro.

Auto per neopatentati: alcuni modelli

Sono tantissimi i modelli di auto per neopatentati. Dato l’elevato numero di macchine adatte alla guida dei neopatentati potete vi invitiamo a visionare gli elenchi nelle pagine specifiche:

Rapporto peso potenza: come calcolarlo

Il calcolo del rapporto peso potenza è piuttosto complesso, in più tutte le case automobilistiche indicano la potenza specifica sulla scheda tecnica della vettura. Se avete dubbi sulla potenza specifica di una vettura potete verificare il dato sul sito internet ufficiale del costruttore oppure sfruttare il servizio messo a disposizione dal portaledellautomobilista.itdal pannello “Verifica da solo”, scegliete la voce “limiti guida neopatentati” e inserire la targa del veicolo da limitare. Il database del Portale dell’Automobilista vi indicherà la potenza specifica (il rapporto peso/potenza) del veicolo.

Per capire come calcolare il rapporto peso potenza di un veicolo vi facciamo un esempio pratico di calcolo. Per calcolare la potenza specifica dovrete conoscere la massa a vuoto, il peso e la potenza.

  • Cercate la massa a vuoto dell’auto, es.: 1225 kg
  • Addizionate a tale valore il peso dell’autista che per assunto è di 75 kg (questo valore è una costante e non va cambiata in base al vostro peso corporeo)
  • Dividete tale valore per 1000 così da ottenere la massa in tonnellate.
  • Cercate la potenza del motore del veicolo di vostro interesse, per esempio di 65 kW.
  • Dividete la potenza per la massa e otterrete così il famigerato rapporto peso/potenza.

Prendendo in esame i dati del nostro esempio, il calcolo sarà:

1225 kg + 75 kg = 1300 kg

1300/1000=1,3 tonnellate

65 kW / 1,3 tonnellate = 50 kW/tonn

L’auto è idonea alla guida del neopatentato.

 

Pubblicato da Anna Sepe il 30 luglio 2016