Gomme lisce e usurate: multe e sanzioni

Gomme lisce sanzioni

Automobilisti, fate attenzione! Circolare con gomme lisce e pneumatici usurati penalizza la sicurezza del veicolo e vi espone a rischio di multe e sanzioni. Il codice della strada prevede multe e sanzioni per chi circola con gomme lisce. Vediamo tutti i dettagli.

Gomme e pneumatici devono attenersi alle prescrizioni dell’articolo 79 del codice della strada che impone la perfetta efficienza di ruote, pneumatici e battistrada. Nel dettaglio, ecco cosa dice la legge su ruote, pneumatici e sistemi equivalenti.

Sia le ruote che i pneumatici, o sistemi equivalenti, montati sugli autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori, rimorchi e filoveicoli devono essere in perfetta efficienza, privi di lesioni che possono compromettere la sicurezza.

Il battistrada, ove previsto, dovrà avere il disegno a rilievo ben visibile su tutta la sua larghezza e su tutta la sua circonferenza; la profondità degli intagli principali del battistrada dovrà essere di almeno 1,60 mm per gli autoveicoli, i filoveicoli e rimorchi, di almeno 1,00 mm per i motoveicoli e di almeno 0,50 mm per i ciclomotori. Per intagli principali si intendono gli intagli larghi situati nella zona centrale del battistrada che copre all’incirca i tre quarti della superficie dello stesso.

Chi circola con gomme lisce e usurate non solo è punibile con multe più o meno salate ma sono previste anche sanzioni amministrative con la decurtazione di 2 o 3 punti patente.

Alla lettera H del comma 2 dell’Articolo 175 si legge che è vietata la circolazione dei veicoli le cui condizioni d’uso possono costituire pericolo per la circolazione. Tale articolo fa esplicito riferimento alle gomme usurate e per i trasgressori, oltre alla multa pecuniaria, è prevista la decurtazione di 2 punti patente.

Ancora, l’Articolo 192, al comma 3, parla di obblighi verso i funzionari, gli ufficiali e gli agenti. In altre parole, se venite pizzicati con gomme lisce o fari guasti, e l’agente lo riterrà opportuno, potrebbe chiedervi di non proseguire la marcia con il veicolo perché ritenuto causa di pericolo per la vostra e l’altrui sicurezza. In questo contesto la sanzione amministrativa prevede 3 punti di demerito e l’automobilista dovrà addossarsi le eventuali spese di trasporto delle vettura.

Stando alle statistiche più recenti, più del 3% degli automobilisti italiani circola con gomme lisce, cioè con battistrada dallo spessore inferiore a 1,6 mmm, esponendosi al pericolo di slittamento soprattutto in caso di fondo stradale bagnato.

Per quanto riguarda lo scotto da pagare con la multa, il Codice della Strada prevede una sanzione danarosa di 78 euro per chi viene sorpreso a guidare una vettura con i pneumatici sotto la soglia minima imposta dalla legge per quanto riguarda la profondità del battistrada (è prevista una sanzione anche per chi viaggia con pneumatici non omologati CE).

Parlando sempre di gomme, il codice della strada non consente più di viaggiare con pneumatici di tipo M+S con codice di velocità inferiore a quanto indicato sulla carta di circolazione, pena una sanzione da 419 a 1.682 euro, il ritiro della carta di circolazione e l’invio in revisione del veicolo.

Pubblicato da Anna Sepe il 31 maggio 2015