Controlli auto prima di partire

controlli auto prima di partire

Consigli su quali controlli auto fare prima di partire per un lungo viaggio in auto. Ecco la manutenzione consigliata prima delle vacanze.

Diciamolo subito, se hai eseguito i classici controlli auto periodici, ti sei ricordato di rispettare la scadenza di ogni tagliando e la tua auto ha meno di cinque anni, non dovrai fare grosse opere di manutenzione. Al contrario, se la tua auto è più datata oppure sei un tipo che l’ha sempre trascurata… determinati controlli potrebbero salvarti vita e vacanze.

Un’auto trascurata può essere pericolosa per la sicurezza stradale e può renderti le vacanze un inferno. Due esempi banali: se non controlli fari e spazzole tergicristallo, la visibilità notturna cala moltissimo rendendoti la guida più difficile e meno sicura. Se non hai mai controllato il filtro antipolline o il livello del gas dell’aria condizionata, le vacanze estive possono trasformarsi in un bagno di sudore. Per questo motivo è meglio considerare quali controlli auto fare prima di partire. Ecco tutti i consigli.

Prima di partire ricorda di:

  • Avere a bordo il triangolo e il giubbetto riflettente
  • Una torcia di buona qualità, può essere utile se fori una gomma nelle ore notturne
  • Kit di riparazione e gonfiaggio gomme

Quando l’auto è più datata, puoi considerare di portare anche i cavi batterie per le partenze di emergenza.

Check up auto prima di partire

Dopo averti detto come prepararti agli imprevisti, ti dirò cosa controllare prima di fare un viaggio in auto. I controlli da fare dipendono dall’età della vettura. Partiamo da quelli più banali e, man mano che avanziamo con l’elenco, specificherò controlli da fare alla macchina più “navigata”, cioè che nel suo storico conta più di 150.000 km sulle spalle. Già, anche chi guida un’auto vecchia ha diritto ad affrontare un lungo viaggio in macchina senza preoccupazioni extra.

  • Verifica i livelli dei liquidi 
    Olio motore, liquido refrigerante (acqua del radiatore), liquido detergente dei tergifari.
  • Additivi per sistema di alimentazione e pulizia fai da te degli iniettori
    Se non l’hai mai fatto, pulisci il circuito di combustione aggiungendo un additivo al serbatoio quando sei quasi a secco. Questo ti aiuterà a prevenire problemi agli iniettori. Per tutte le informazioni ti invito a leggere: iniettori diesel sporchi. Oppure, iniettori GPL sporchi. Tale procedura può rivelarsi molto utile durante le vacanze, a prescindere dall’età dell’auto. Spesso, il carburante che usi è ricco di residui che si accumulano negli iniettori e il sistema di alimentazione finisce per farti consumare più carburante del dovuto e usurare diverse componenti meccaniche fino a portarle alla rottura.
  • Verifiche al cambio automatico e livello dell’olio
    Chi ha la trasmissione automatica dovrebbe eseguire alcune verifiche specifiche, in particolare dovrebbe valutare se è necessario cambiare l’olio della trasmissione automatica. Da quanto tempo non lo cambi? Anche in questo caso può essere utile inserire un additivo lubrificante. Per tutte le informazioni ti invito a leggere l’articolo dedicato al cambio automatico guasto e soprattutto a come prevenire problemi con i controlli periodici.
  • Efficienza dei fari 
    Controlla le luci della tua vettura. Il fascio di luce generato dei proiettori è soddisfacente? Se il fascio di luce non è come vorresti, puoi scegliere dei fari alogeni auto migliori, con fasci di luce più profondi e magari luce bianca.
  • Batteria
    Verifica l’efficienza della batteria. Se l’auto è molto datata, ricordati di portare con te dei cavi per la ricarica di emergenza.
  • Tergicristalli 
    Controlla che le spazzole dei tergicristalli non siano consumate. Costano pochi euro e puoi sostituire anche solo la parte in gomma, senza dover provvedere alla sostituzione dell’intero tergicristallo.
  • Freni e ammortizzatori 
    Da quanto tempo non sostituisci le pasticche dei freni e no controlli lo stato di usura del disco? Fai questo controllo e approfitta per farti controllare dal meccanico anche gli ammortizzatori.
  • Pressione pneumatici e stato di usura  
    Da quanto tempo non cambi gli pneumatici? Se sei già cliente di un buon gommista, puoi portare l’auto nella sua officina e gratuitamente controlleranno anche lo stato di usura dei freni.
  • Impianto clima e filtri 
    Se non lo fai da molto, fatti cambiare filtro aria e antipolline, fai rigenerare il gas dell’impianto soprattutto se viaggi in estate o se ti toccherà fare delle strade di campagna.

Durante il viaggio, evita di caricare eccessivamente l’auto per proteggerti dai consumi e da un potenziale guasto degli ammortizzatori, soprattutto se l’auto è datata.

Se guidi una macchina vecchia, tra i controlli da fare ci sono quelli alla cinghia di distribuzione. Per tutte le informazioni su costi e sostituzione ti invito a leggere l’articolo Cinghia di distribuzione, quando cambiarla.

Check up auto, costo

Il costo del check up auto è piuttosto irrisorio, anzi, potrebbe essere anche gratuito in determinate circostanze. Il vero costo, in realtà, è dato dalle azioni legate alla manutenzione auto. Da quanto tempo non ti occupi di quella ordinaria? Come hai visto, molti controlli puoi farli da te. Se poi vuoi sottoporre la tua vettura a un check up presso l’officina autorizzata dal costruttore, questo eseguirà una diagnosi elettronica andando a caccia di eventuali errori. Questa diagnosi ha un costo che va dai 40 ai 100 euro in base al casa automobilistica e al prezzo applicato dall’officina meccanica.

Consiglio extra:
Prima della partenza, con Google Maps alla mano, fissa un itinerario calcolando tempistiche e soprattutto densità del traffico.

Pubblicato da Anna Sepe il 14 giugno 2017