Come ricaricare la batteria dell’auto

come ricaricare batteria auto

Come ricaricare la batteria dell’auto: istruzioni per ricaricare la batteria auto con o senza cavi, consigli sui caricabatteria auto in commercio e soluzioni fai da te.

In caso di batteria auto scarica bisognerà provvedere alla ricarica o alla sostituzione della batteria quando questa non può essere ricaricata.

Come ricaricare la batteria dell’auto con i cavi

Per caricare la batteria dell’auto senza un apposito caricabatterie ma sfruttando la ricarica della batteria di un’altra auto è necessario disporre dei cavi. Al momento del collegamento dei cavi, entrambe le vetture (sia quella con batteria scarica, sia quella con batteria carica) dovranno essere spente. Il collegamento dei cavi tra le due batterie delle vetture non è difficile da portare a termine:

1) A motore spento. Prendete il cavo rosso e collegatene i morsetti ai due poli positivi delle due differenti batterie auto.

2) Sempre a motore spento. Prendete il cavo nero, collegate l’estremità al polo negativo della batteria carica (quella dell’auto che dovrà fornirvi l’energia). L’altro morsetto del cavo nero NON DEVE essere collegato alla batteria scarica ma collegato in una zona non verniciata del vano motore. Le vetture più moderne hanno un’apposita zona “di scarica” per collegare il morsetto negativo. L’importante è non collegarlo in zone del vano motore dove sono presenti componenti elettriche o verniciature.

3) Caricate la batteria scarica avviando il motore dell’auto con la batteria carica. In questo frangente, provate ad avviare il motore dell’auto con la batteria scarica per vedere se l’afflusso energetico riesce a dare risultati.

4) Quando scollegate i cavi, ricordatevi di scollegare prima il cavo nero e poi i cavi rossi. Questa operazione è facile da ricordare perché i cavi vanno scollegati in modo inverno dai collegamenti.

Se avete ancora dubbi sul collegamento dei cavi per ricaricare la batteria auto, vi consigliamo la lettura dell’articolo-guida Come collegare i cavi della batteria.

Un’illustrazione esemplificativa di come avviene il collegamento dei cavi è disponibile nell’articolo Ricaricare la batteria auto con o senza cavi.

caricabatteria auto

Come ricaricare la batteria dell’auto senza cavi

Per caricare la batteria auto senza cavi avete bisogno di un apposito caricabatterie per automobile. In commercio esistono diversi caricabbateria per auto, anche a prezzi molto accessibili. Di seguito vi segnaliamo alcuni caricabatteria per auto per ricaricare le batterie auto senza cavi. Iniziamo da quello più economico per poi salire di qualità e di prezzo.

Einhell – Carica Batteria per Auto o moto 

Prezzo: 20,60 € con spedizione gratuita
Si tratta di un caricabatteria auto leggero, economico e piuttosto versatile. Consente di ricaricare la batteria dell’auto o della moto anche se con tempi piuttosto lunghi. Consente di caricare la batteria da 12 ampere a 60 ampere, quindi se avete batterie fuori da questo range evitate l’acquisto. I suoi vantaggi sono il prezzo e la praticità di impiego. Per caricare la batteria dell’auto impiega molte ore, per una da 60 ampere arriva ad impiegare una notte. Trattandosi di un caricabatterie auto molto economico, è dedicato a chi non ha molte pretese. Gli utenti hanno testato questo caricabatterie per la ricarica di batterie di moto, trattori e auto come Mercedes Classe A, Fiat Punto, Fiorino Fiat…

Bosch C3 – Caricabatteria per Auto e Moto

Prezzo: 59,46 € con spedizione gratuita
Gli automobilisti più esigenti possono optare per un caricabatterie auto e moto Bosch. Il prezzo più alto non è giustificato solo dalla garanzia del produttore ma anche dalle più alte qualità. Si tratta di un caricabatteria automatico adatto alla ricarica delle batteire da 6/12 V e funziona fino a 120 Ampere-ora. Consente di impostare programmi ad hoc in base alle esigenze. Nonostante i più numerosi accorgimenti è facile da usare, per esempio, basta impostare la modalità 2 per ricaricare la batteria scarica di una moto o la modalità 3 per ricaricare la batteria scarica di un’auto. Per batterie più piccole (come quelle degli scooter) da 6V, è possibile sfruttare la modalità 1 mentre se la “batteria è a terra” a causa del clima particolarmente freddo, esiste una modalità di ricarica dedicata selezionabile e indicata con il simbolo del fiocco di neve. Ogni modalità di ricarica è indicata con dei disegni molto intuitivi. La ricarica automatica consente di evitare il cosiddetto “effetto memoria” e prolungare il ciclo di vita della stessa batteria.

Chi ha particolari esigenze può scegliere la versione C7 che riporta ben sei modalità di ricarica e fino alla potenza di 230 ampere-ore.

Pubblicato da Anna Sepe il 12 settembre 2015