Come evitare l’Aquaplaning

evitare aquaplaning

Come evitare l’aquaplaning: consigli e dritte su come si evita l’aquaplaning e spiegazioni su che cosa è e da cosa è causato questo fenomeno. 

Che cos’è l’Aquaplaning?
L’aquaplaning o hydroplane è quel fenomeno che si verifica quando l’acqua (di solito di origine piovana) che si trova tra le ruote dell’auto e il manto stradale è in quantità tale da non consentire più un buon contatto tra queste due superfici. Si parla quasi di galleggiamento dell’auto tanto che le ruote non sono più in contatto con il manto stradale e non esiste più attrito tra i due solidi (pneumatici e strada).

A causa dell’aquaplaning non si è più in grado di rallentare o cambiare direzione: la vettura manterrà la direzione e la quantità di moto che aveva al momento dell’innesco del fenomeno dell’aquaplaning.

Il segnale di pericolo mostrato nella foto in alto avverte gli automobilisti del rischio di poter incorrere nel cosiddetto fenomeno dell’aquaplaning.

Nella foto in basso, invece, è mostrata la rappresentazione grafica di ciò che avviene alla ruota (impegnata nel movimento rotatorio) quando s’innesca il fenomeno dell’aquaplaning. Come è chiaro, uno strato d’acqua separa lo pneumatico in movimento dal manto stradale.

Come evitare l’aquaplaning

I termini aquaplaning o hydroplaning, stanno a significare letteralmente “slittamento sull’acqua”, questo fenomeno di galleggiamento del veicolo in movimento può essere estremamente pericoloso.

Aquaplaning, le cause
Le cause che determinano l’aquaplaning sono diverse, si parte dalla presenza di acqua sul manto stradale congiunta o aggravata da fattori di rischio quali:

  • eccessiva velocità del veicolo
  • condizioni eccessive di usura degli pneumatici
  • tipo di pneumatici usati
  • sospensioni poco efficaci

Determinanti sono anche le proporzioni tra la massa (peso del veicolo) e la superficie di aderenza (dimensioni pneumatici).

Per mitigare il fenomeno dell’aquaplaning le province, i comuni e i vari enti hanno adottato particolari asfalti “drenanti”. L’asfalto drenante riveste il manto stradale facendo in modo di impedire ristagni idrici di ogni sorta. Per evitare l’aquaplaning gli utenti possono adottare diverse strategie partendo dall’eliminazione dei fattori di rischio citati in precedenza.

Come evitare l’aquaplaning, consigli

  • Stile di guida
    Moderare la velocità in condizioni di pioggia o di bagnato e adottare uno stile di guida adeguata. Per approfondimenti, leggete il nostro articolo-guida come guidare con pioggia, grandine e temporali.
  • Manutenzione auto
    Se è vero che il tipo di guida può fare la differenza, determinanti sono anche gli equipaggiamenti di bordo. Controllate la pressione e lo strato di usura degli pneumatici, l’efficienza delle sospensioni e assicuratevi di usare pneumatici adeguati alla stagione, dotati di particolari scolpiture sui battistrada studiate per aumentare l’attrito con il fondo stradale. Vi invitiamo a leggere le nostre guide:
    Come controllare la pressione degli pneumatici
    Quando cambiare pneumatici 

Pubblicato da Anna Sepe il 27 marzo 2015