Come guidare con pioggia, grandine e temporali

Guidare con pioggia, grandine e temporali non è il massimo della sicurezza: la fitta pioggia crea condizioni di scarsa visibilità, inoltre, il manto stradale bagnato potrebbe essere causa di scarsa aderenza. Oggi vi forniremo tutti i consigli su come guidare con pioggia e temporali rispettando le norme di buona sicurezza stradale.

Imparare a riconoscere l’arrivo di un temporale è importante ma non tutti sono dei metereologi, inoltre alcuni viaggi non possono essere posticipati. Certo, il primo consiglio è quello di non mettervi al volante se c’è un temporale o una forte grandinata in vista, ma se questo vi coglie di sorpresa bisogna prestare più attenzione alla guida.

Cosa ci dice il codice della strada

In caso di pioggia o grandine, il Codece della Strada rivede i limiti di velocità che  si riducono, per le autostrade, a un massimo di 110 km/h e sulle strade extraurbane principali a 90 km/h. Si tratta comunque di velocità elevate che in caso di fitta grandine, con una visibilità compromessa, devono essere ridotte ulteriormente.

Altre prescrizioni: quando le condizioni atmosferiche sono avverse, quindi con pioggia, grandine e temporali, bisogna aumentare la distanza di sicurezza passando dal 20, all’80 per cento.

Oltre al Codice della strada, ottimo punto di riferimento può essere ACI. Nell’articolo “Come guidare in caso di mal tempo” vi forniamo tutte le indicazioni e le buone norme fornite dall’Automobile Club Italiano.

Come guidare con pioggia, grandine e temporali

In primis, rispettate tutti i segnali stradali! Non commettete alcun azzardo. Un primo consiglio per guidare in sicurezza con pioggia e temporali, sta nell’azionare i fari anche di giorno e anche con piogge leggere: utilizzare i fari aiuta tantissimo la visibilità per il conducente e per gli altri automobilisti che vi vedranno più facilmente. Se la vostra auto è dotata di luci di marcia diurna, attivatele così da essere quanto più visibile possibile.

Se la pioggia battente impedisce totalmente la visibilità, anche se attivate al massimo i tergicristalli, non vi resta che trovare una piazzola o un’area sicura dove attendere che il temporale si calmi.

Se durante la marcia, sentite l’auto che sbanda, non frenate bruscamente ma rallentate e frenate piano, con prudenza. In caso di pioggia, molte strade d’Italia si allagano e questa situazione non solo rende la viabilità pericolosa, può anche danneggiare la vostra autovettura che nel migliore dei casi, avrà problemi al clacson (se il vostro clacson non funziona bene a seguito di un temporale, probabilmente sarà penetrata acqua nelle trombe, aspettate qualche settimana, l’acqua di solito si asciuga spontaneamente).

Guidare con pioggia è difficile ma guidare su strade allegate lo è ancora di più! Fate attenzione alle pozzanghere che non devono essere prese, per nessun motivo, in velocità, potreste perdere il controllo della vettura o rompere la ruota.

Curiosità: in auto con i fulmini 
Se avete paura dei fulmini, non allarmatevi! Se siete in auto siete al sicuro purché con finestrini e sportelli ben chiusi e senza toccare le parti metalliche della vettura. Le ruote sono in materiale plastico e ben isolate, un fulmine potrebbe colpire la vettura senza arrecare alcun danno ai passeggeri.

Altri consigli per guidare con pioggia, temporali e grandine
In vista delle stagioni fredde e a più alto rischio di precipitazione, vi ricordiamo di fare dei controlli alla vettura: batterie, luci, tergicristallo… ogni componente dell’auto deve trovarsi al meglio delle sue forze così da migliorare le condizioni di guida. A tal proposito vi rimandiamo all’articolo Manutenzione invernale dell’auto e Come proteggere l’auto dal freddo.

Pubblicato da Anna Sepe il 18 dicembre 2014