Come proteggere l’auto dal freddo

Quando le temperature scendono la fragilità delle componenti di un’auto possono farsi sentire, così, con l’arrivo delle stagioni fredde bisogna fare i conti con vari inconvenienti, per citarne alcuni, il carburante che si congela o le spazzole che si rompono! Oggi vedremo come proteggere l’auto dal freddo effettuando una profilassi atta a evitare o a mitigare eventuali danni.

Un po’ come noi facciamo il vaccino anti-influenzale, anche le auto hanno bisogno di essere protette dal freddo. Un problema molto diffuso è quello del carburante che si addensa, dell’acqua che non riesce a raggiungere il radiatore e di quella che si ferma nella vaschetta del lavavetri! A tal proposito in commercio non mancano vari additivi e carburanti speciali, in particolare, per il diesel, è possibile effettuare un trattamento antigelo (a questo scopo è stato sviluppato il prodotto anti-gelo per diesel sTp, costa 8,60 euro per una confezione da 400 ml). Per la vaschetta del liquido lava-vetri ci pensa Mucar Polar e ancora, per il radiatore c’è l’antigelo Arexons che svolge anche una funzione anti-corrosiva (costa circa 6 euro).

Chi abita in zone particolarmente fredde, potrà proteggere la batteria dell’auto con una termofodera scaldabatteria. I prezzi partono da 30 euro. A prescindere dall’impiego della termofodera, è importante che la batteria abbia una tensione compresa tra i 12,6 e 12,8 Volt: purtroppo una batteria carica solo al 25% probabilmente, con il freddo, non riuscirebbe ad avviare il veicolo.

E’ importante ricordare di “indossare” le catene o le gomme da neve. E’ vero, le “calze da neve” sono molto facili da usare, sono leggere, danno stabilità e costano poco (costi da 60 euro), purtroppo però per la legge non equivalgono alle catene o pneumatici da neve, così, come prescritto dall’articolo 120 comma 8 del codice della strada, chi indossa calze da neve quando è prescritto l’obbligo di catene o gomme da neve, può andare incontro a sanzioni piuttosto onerose.

Così come l’auto, anche le catene hanno bisogno di manutenzione, così, dopo l’uso conviene metterle a bagno per qualche minuto in un contenitore con acqua tiepida. Altri lavori di manutenzione auto necessari per affrontare l’inverno sono:
-controllare l’olio impiegandone uno fresco e di buona qualità
-meglio affrontare l’inverno con nuovi filtri per il carburante
-per ottimizzare le prestazioni, meglio una pressione dei pneumatici leggermente più alta (0,2 bar)
-assicuratevi che le candele siano ben isolate così da conservare il loro grado termico

Per proteggere il parabrezza dal gelo e dalla neve è possibile impiegare uno sghiacciante, una raschia ghiaccio e magari montare delle spazzole tergicristalli adeguate all’occasione, anche in questo caso il mercato non manca di prodotti specifici per l’inverno.

Pubblicato da Anna Sepe il 15 ottobre 2013