Come si rottama uno scooter

come si rottama uno scooter

Come si rottama uno scooter: una guida pratica che vi spiegherà cosa fare per rottamare uno scooter o moto.

Per la rottamazione di uno scooter i casi sono due:
-se intende comprare un nuovo scooter, sarà lo stesso concessionario a occuparsi della rottamazione e demolizione
-se intendete rottamare lo scooter senza acquistarne uno nuovo, dovrete sbrigare le pratica autonomamente o affidarvi a un’agenzia che, dietro compenso, si occuperà della rottamazione e demolizione

Come si rottama uno scooter ?
Se non dovete sostituire lo scooter con uno nuovo, per risparmiare un po’ di soldini, è meglio occuparsi della rottamazione scooter in autonomia senza affidarsi alle agenzie di pratiche auto.

Per rottamare lo scooter non dovrete fare altro che consegnare il veicolo, con targhe e documenti annessi, al centro di raccolta autorizzato più vicino.

Quali documenti occorrono per rottamare uno scooter

  • La targa
  • La carta di circolazione
  • Il certificato di proprietà (o foglio complementare)
  • Carta d’Identità dell’intestatario del veicolo

Al momento della consegna dello scooter da demolire, il gestore dovrà consegnarvi il certificato di rottamazione, nel quale saranno indicati i seguenti dati:

  • Nome e cognome del proprietario o detentore del veicolo
  • Indirizzo del proprietario
  • Numero di registrazione e firma del titolare dell’impresa che rilascia il certificato di rottamazione
  • I dati dell’autorità competente che hanno autorizzato la dita alla rottamazione dei veicoli
  • la data e l’ora di rilascio del certificato di rottamazione e l’ora in cui è stato preso in carico il mezzo
  • la promessa d’impegno, da parte del centro di demolizione, a provvedere alla cancellazione dal PRA
  • I dati di identificazione dello scooter: modello, marca, targa, numero di telaio…

Il certificato di rottamazione dovrà essere conservato per qualsiasi evenienza.

Quando si decide di rottamare uno scooter o un qualsiasi veicolo, assicuratevi di rivolgervi a un centro autorizzato e assicuratevi che nel certificato di rottamazione ci sia l’impegno a cancellare il veicolo dal PRA.

Quanto costa rottamare uno scooter?
I costi previsti per legge sono modesti: 13,50 euro di Emolumenti ACI e un’imposta di bollo che varia da 32 a 48 euro.

Si paga l’imposta di bollo fissata a 32 euro se si è in possesso di Certificato di Proprietà mentre l’imposta sale a 48 euro se avete il foglio complementare e quindi impiegherete, per la richiesta di rottamazione, il modello NP3C. Questo modulo può essere scaricato dalla sezione Modulistica Pra dell’ACI.

A questi importi bisognerà aggiungere i costi per la cancellazione dal PRA e gli eventuali costi per il trasporto del veicolo dalla casa del proprietario fino al centro di raccolta.

Altre guide che potrebbero interessarti:
Come demolire una moto 
Come rottamare uno scooter 
Come rottamare una moto 

Pubblicato da Anna Sepe il 31 marzo 2015