Come ricavare importo e scadenza del bollo auto

In questa guida vedremo, in poche semplici mosse, come ricavare importo e scadenza del bollo auto. Le Regioni e le Province Autonome convenzionate con l’ACI possono avvalersi del servizio online di calcolo dell’importo e della scadenza del bollo auto. In particolare possono avvalersi di tale servizio i residenti nelle regioni di: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Puglia, Umbria, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano; anche chi risiede in Lombardia o in Toscana può sfruttare appositi servizi per il calcolo del bollo auto, mentre i residenti nelle regioni Sicilia e Sardegna dovranno calcolare il bollo auto e la sua scadenza, avvalendosi del servizio offerto dal portale dell’Agenzia delle Entrate.

Come ricavare importo e scadenza del bollo auto
Per sapere l’importo del bollo auto vi basterà collegarvi a questo indirizzo e compilare i campi richiesti come mostrato nell’immagine in basso.

Se al servizio appena descritto possono accedervi solo i residenti delle Regioni convenzionate con l’ACI, il servizio per calcolare scadenza e importo del bollo auto messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate è fruibile da tutti.

Anche in questo caso sarà necessaria la connessione a Internet.

Collegatevi al portale dell’Agenzia delle Entrate e dalla Home Page seguite il percorso scegliendo queste voci:
Cosa devi fare – Calcolare –Calcolo bollo auto – Calcolo del bollo auto in base alla targa

In questo caso vi basterà inserire la targa del veicolo d’interesse, la tipologia di veicolo (motociclo, autoveicolo…) e il codice di sicurezza.

Cosa succede se il bollo auto è scaduto?
Cosa succede se non si paga il bollo auto per tanti anni? La sanzione prevista per chi non paga il bollo per un anno o per chi paga il bollo in ritardo, può variare da regione a regione, tuttavia sono molte le regione che si rifanno al modello di sanzioni generali che riportiamo di seguito:

-Fino a 30 giorni di ritardo
La sanzione è pari al minimo di 2,5% della tassa iniziale, più una quota d’interessi dell’1% l’anno calcolata sui giorni di ritardo.
-Se il ritardo del pagamento bollo supera i 30 giorni
Se il ritardo è superiore ai trenta giorni ma inferiore a un anno, la sanzione aumenta al 3% fatta salva la quota di interessi.
-Se non si paga il bollo per più di un anno
Se il ritardo è superiore a un anno, la multa passa al 10% della tassa originaria. In molte regioni d’Italia, la quota di multa arriva addirittura al 30%, al quale si aggiunge un interesse dell’1% per ogni sei mesi di ritardo.
-Se non si paga per più di 3 anni
Si rischia  il fermo amministrativo del mezzo o la cancellazione dal PRA.

Altri link utili: come calcolare il bollo auto online 

Pubblicato da Anna Sepe il 9 settembre 2014