Come calcolare bollo auto online

Per calcolare il costo del bollo auto bisogna essere in possesso di alcuni dati: regione di appartenenza, potenza del veicolo, tipo di combustibile usato e classe di inquinamento (i famosi euro 1,2, 3 etc). E’ bene precisare che tra auto a benzina e diesel non ci sono grosse differenze ma per quelle a Gas metano o Gpl possono esserci tariffe diverse in base alla regione. In apparenza il calcolo del bollo auto potrebbe sembrare un’operazione complessa ma non è così grazie ad alcuni sistemi che troviamo online. A tal proposito vediamo come calcolare bollo auto online.

Come calcolare bollo auto online in base alla targa

Il calcolo del bollo auto possiamo ottenerlo in base alla targa del veicolo in questione. Basta collegarsi alla pagina “Calcolaonline.com” nella sezione “calcola-bollo-auto-targa”: in basso trovate un piccolo form dove inserire:

  1. La categoria dell’auto
  2. La sua targa
  3. La regione
  4. La scadenza validità dell’ultimo bollo

Una volta inseriti tutti i dati correttamente, dovrete cliccare su “calcola bollo veicoli” per avere l’importo da pagare.

Indiczioni utili: l’ultima casella vi consente di inserire eventuali esenzioni o riduzioni tra le opzioni presenti nell’ultima finestra.
Il servizio è disponibile tutta la settimana, dalle ore 7 alle 24.

Come calcolare bollo auto online in base alla potenza

Altro sistema per ottenere il calcolo del bollo auto è rappresentato dalla potenza del veicolo, che viene espressa in KW o in CV. Dovrete collegarvi alla pagina “Calcolaonline.com nella sezione “bollo-veicoli-kw-cv
Anche in questo caso trovate un piccolo form dove inserire:

  1. Tipo di potenza dell’auto
  2. Direttiva euro
  3. Regione di residenza
  4. Tipo di veicolo e se si usa un impianto gas, gpl o metano.

Indicazioni utili: il form calcola la quota da pagare in base ai dati ufficiali dell’Agenzia delle Entrate, confermati dall’ACI (Automobile Club Italia).

Come calcolare bollo auto online, controllo del pagamento

La pagina offre un altro servizio dove potete controllare lo stato dei pagamenti della tassa, se siete in regola o no con il versamento delle quote per gli anni passati e quello in corso ed eventuali sanzioni e interessi di mora in caso di mancato pagamento
Tuttavia tale servizio è attivo solo nel Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna, Sicilia, e Valle d’Aosta.

Pubblicato da Anna Sepe il 21 agosto 2014