Cosa succede se non pago il bollo

Cosa succede se non pago il bollo auto o quello della moto? Quali sono i rischi e a quali controlli sono soggetto? In questo articolo rispondere a una lunga serie di quesiti circa il mancato pagamento del bollo auto. Non sono poche le persone che non hanno pagato il bollo per tanti anni e ora si trovano in difficoltà con la prospettiva di vendere l’auto, tenersela o vederla cancellata dal pubblico registro automobilistico. Vediamo insieme cosa succede se non si paga il bollo auto o moto.

Cosa succede se non pago il bollo
La trafila che vedremo è comune per tutti i veicoli, sia automobili, sia ciclomotori (moto, scooter…).  Il bollo è una tassa di possesso e va pagato anche se il veicolo è fermo in garage e non assicurato: il bollo va pagato su qualsiasi veicolo che sia stato iscritto al PRA. Certo, chi paga il bollo non ha l’obbligo di conservare la ricevuta di pagamento a bordo auto ma è “obbligato” a conservarla per ben 5 anni così da mostrarla in caso di accertamenti da parte dell’ACI e delle autorità competenti: lo Stato potrebbe avanzare la richiesta dei mancati pagamenti proprio entro 5 anni. In questo caso, i pagamenti dei bolli arretrati dovranno avvenire in misura maggiorata con una sanzione dal 3% fino al 30%;

ma cosa succede se non si paga il bollo auto per tanti anni?
Può esserci la cancellazione del veicolo al PRA, vediamo come funziona e come evitarla. Nel caso estremo in cui il bollo auto non è stato pagato per tre anni consecutivi, l’ACI avvia un processo di accertamento. Se il proprietario dell’autoveicolo non ha pagato il bollo e quindi non è in grado di dimostrare di avere eseguito i pagamenti dovuti entro il limite massimo di trenta giorni, l’auto sarà cancellata d’ufficio dal PRA.

In seguito la Direzione Generale della Motorizzazione Civile autorizzerà le forze dell’ordine a ritirare targa e carta di circolazione. Quando questo accade, per rimettere in circolazione l’autoveicolo sarà necessario effettuare una nuova iscrizione al PRA previo pagamento di tutti gli anni di bollo arretrati con le dovute penali. In alternativa alla cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico si incorre al fermo amministrativo con ritiro di targhe e libretto: anche in questo caso il veicolo non potrà circolare fino a quando non saranno pagate tutte le sanzioni.

Pagamento in ritardo del bollo auto

La sanzione prevista per chi non paga il bollo per un anno o per chi paga il bollo in ritardo, può variare da regione a regione, tuttavia sono molte le regione che si rifanno al modello di sanzioni generali che riportiamo di seguito:

-Fino a 30 giorni di ritardo
La sanzione è pari al minimo di 2,5% della tassa iniziale, più una quota d’interessi dell’1% l’anno calcolata sui giorni di ritardo.
-Se il ritardo del pagamento bollo supera i 30 giorni
Se il ritardo è superiore ai trenta giorni ma inferiore a un anno, la sanzione aumenta al 3% fatta salva la quota di interessi.
-Se non si paga il bollo per più di un anno
Se il ritardo è superiore a un anno, la multa passa al 10% della tassa originaria. In molte regioni d’Italia, la quota di multa arriva addirittura al 30%, al quale si aggiunge un interesse dell’1% per ogni sei mesi di ritardo.

Ho dimenticato se ho pagato il bollo” capita a tutti di dimenticare qualcosa! Per fortuna è possibile verificare se il bollo auto è stato pagato o meno. A tal proposito vi rimandiamo a “Come verificare se il bollo è stato pagato“, molto utile anche se state per acquistare un’auto usata e non sapete se l’ex proprietario è in regola con i pagamenti.
Vedi anche: Come calcolare il bollo 

Pubblicato da Anna Sepe il 29 settembre 2014