Come pulire i vetri dell’auto

Come pulire i vetri dell’auto: tutti i consigli per pulire al meglio i vetri dell’auto sia all’interno, sia all’esterno, senza dimenticare gli specchietti retrovisori e i fari!

Avete mai notato quanto più bella appare la vostra auto quando vetri e fari sono puliti? Eppure, molti si concentrano solo sulla carrozzeria, trascurando i cristalli. Pulire i vetri dell’auto è una delle mansioni più noiose ma non è possibile esimersi da questo compito: vetri sporchi ed opacizzati possono essere causa di scarsa visibilità e compromettere la sicurezza di bordo.

Come pulire i vetri dell’auto senza aloni

Rassegnatevi! Se non vi decidete ad acquistare un panno specifico per vetri, gli aloni ci saranno sempre. Non dovete comprare un panno specifico per la pulizia dell’auto. Nell’ipermercato Auchan, per esempio, ci sono panni per la pulizia dei vetri specifici per le finestre che possono essere comprati a circa 3-4 euro. Questo panno non vi servirà per pulire il vetro, piuttosto vi servirà per asciugarlo!

Per pulire i vetri dell’auto senza lasciare aloni bisognerà provvedere, oltre a un’attenta pulizia, anche all’asciugatura che dovrà essere fatta con un panno morbido e pulito, specifico per vetri/cristalli.

Asciugare i vetri con fogli di giornale

Per asciugare i vetri interni è possibile adoperare fogli di giornale (quotidiani), che non lasciano aloni ne’ lanugine. L’unico inconveniente dei fogli di giornale è che vi lasceranno un bel po’ d’inchiostro sulle mani… non temete, l’inchiostro non aderisce al vetro. Se impiegate questo metodo, assicuratevi di lavarvi le mani prima di toccare la tappezzeria.

Come pulire i vetri dell’auto, i detergenti

Vi sconsigliamo l’uso di detergenti a base di ammoniaca, dannosi per molte superfici come gomma, pelle e vinile, ancora di più dannosi per la salute umana, soprattutto in un ambiente piccolo come l’abitacolo della vostra vettura (sì, i vetri si puliscono anche dall’interno!). Molti, per la pulizia dei vetri dell’auto, impiegano semplice acqua. Noi vi consigliamo di usare acqua per pulire i vetri interni dell’auto e acqua saponata per la pulizia dei parabrezza anteriore e posteriore.

Come pulire i vetri dell’auto
Per la pulizia dei vetri esterni impiegate il classico lavavetri. Per pulire i vetri interni dell’auto iniziate dal finestrino posto sulla porta del lato guida, poi passate al finestrino del passeggero anteriore. Abbassate leggermente il finestrino per consentire l’accesso alla parte superiore del vetro.

Dopo aver pulito i due finestrini anteriori, passate a quelli posteriori. Solo alla fine procedete col pulire i vetri interni dei parabrezza. Prestate attenzione verso gli angoli delle finestre: è in questa zona che di solito si concentrano macchie e aloni.

Ricordate che l’interno del parabrezza è più facile da pulire se si sta seduti sul lato passeggero in quanto non c’è l’ingombro del volante. Se avete intenzione di impiegare un detergente per i vetri, non spruzzatelo direttamente sul vetro…. sarà difficile colpire solo la zona da pulire e si rischia di contaminare la tappezzeria e il cruscotto. Applicate il detergente direttamente sul panno pulitore.

Per la pulizia dei cristalli dei fari, vi rimandiamo all’articolo come lucidare i fari.

Pulire i vetri dell’auto è l’occasione giusta per tirare a nuovo la vettura, così, se sul parabrezza sono presente dei graffi, potete provvedere alla rimozione mediante particolari prodotti, approfondite con il nostro articolo-guida come eliminare graffi dal parabrezza.

 

Pubblicato da Anna Sepe il 14 novembre 2014