Come lavare vetri interni dell’auto

Come lavare i vetri interni dell’auto. Non basta lucidare la carrozzeria per avare un’auto brillante! La pulizia dei vetri interni dell’auto incide sull’aspetto estetico della vettura ma soprattutto incide sulla sicurezza alla guida. Un parabrezza sporco è causa di scarsa visibilità, soprattutto durante la guida notturna; per una guida più sicura e un’auto più pulita, vi spiegheremo come lavare i vetri interni dell’auto.

Per il parabrezza esterno sì sa: basta munirsi dell’apposito lavavetri o azionare la spazzola dei tergicristalli, ma quando si tratta delle superficie vetrate interne? Anche in questo caso una passeggiata al supermarket potrebbe essere comoda: in commercio esistono appositi panni già umidificati e carichi di detergente, pronti all’uso e studiati per pulire i vetri interni dell’auto senza lasciare aloni.

Come lavare i vetri interni dell’auto in modo veloce
Chi ha un Suv con ampie vetrate e magari anche tetto panoramico, per la pulizia dell’interno dei vetri dell’auto, dovrebbe munirsi di un apposito strumento atto a raggiungere anche gli angoli più difficili. Tra i vari prodotti presenti sul mercato segnaliamo Glass Master, una sorta di spatola con cuscinetti in microfibra nato per semplificare la pulizia dei vetri interni dell’auto.

Chi non vuole acquistare prodotti del genere, già pronti all’uso, può provvedere a lavare i vetri interni dell’auto autonomamente con detergenti per vetro non specifici per la vettura, in questo caso vi consigliamo di proseguire così:

  • Spruzzare l’eventuale detergente (meglio se è per il lavaggio a secco) sui vetri interni.
  • Per lavare il parabrezza anteriore sedetevi al posto del passeggero in quanto l’accesso al vetro non sarà ostacolato dal volante.
  • L’interno del lunotto è più difficile da raggiungere, si consiglia di pulirlo dall’esterno tenendo il cofano aperto

Per ogni vetro sarà necessario:

  • spruzzare detergente per la pulizia dei vetri (meglio se specifico e a secco)
  • strofinare con apposito panno (usare solo panni pulitissimi)
  • se non avete usato il detergente a secco, risciacquate con spruzzino contenente acqua demineralizzata
  • asciugare con un panno in microfibra
  • Assicuratevi di aver asciugato bene ogni parte del finestrino per evitare l’insorgenza di fastidiosi aloni.

Se non vi sono macchie o residui oleosi, è possibile lavare i vetri interni dell’auto impiegando semplice acqua demineralizzata. Prestate attenzione alla scelta del panno: meglio usare stracci appositi per il vetro che non lasciano residui di tessuto ne’ aloni.

Pubblicato da Anna Sepe il 3 settembre 2014