Rinnovare la patente, costi e procedure

Per rinnovare la patente dovrete dimostrare, mediante visita medica, che siete ancora in possesso dei requisiti psicofisici per poter guidare in piena sicurezza. Le procedure per rinnovare la patente sono uguali sia per la classica patente B, sia per patenti C, D, E o per le patenti speciali.

Rinnovare la patente speciale
I portatori di handicap o disabilità che devono rinnovare la patente, possono seguire il medesimo iter qui riportato, ricordando che i medici legali abilitati al rinnovo patente possono richiedere eventuali accertamenti specialistici necessari al rinnovo. In questo contesto, consigliamo di portare, al momento della visita, la vostra cartella clinica con gli ultimi accertamenti eseguiti che evidenziano la vostra disabilità.

Per maggior sicurezza, al momento della prenotazione della visita medica per il rinnovo patente, vi consigliamo di chiedere agli stessi uffici, che cosa occorre esibire all’atto della visita; in linea generale non dovrebbero richiedere nulla ma è a discrezione della Commissione Medica Locale a cui intendete rivolgervi. Quanto riportato è vero salvo i casi in cui sia necessario sottoporre il soggetto ad esperimento di guida.

Rinnovare la patente A – B (Gruppo 1) e C – D – E (Gruppo 2)
Come premesso, le modalità di rinnovo patente sono le medesime per tutte le categorie, le variazioni riguardano la scadenza e le tempistiche: le patenti del Gruppo 2 si devono rinnovare con una frequenza maggiore rispetto a quelle del Gruppo 1.

Patente scaduta o in imminente scadenza, quando fare il rinnovo?
Il rinnovo patente va eseguito negli ultimi quattro mesi di validità della patente. Sul retro della patente è mostrata la data di scadenza, potete rinnovare la patente entro 4 mesi dalla data di scadenza o a patente già scaduta. Attenzione, se il vostro titolo di guida è già scaduto non siete abilitati alla guida, prima di mettervi al volante eseguite il rinnovo.

Rinnovare la patente, come

  • Prenotate una visita medica presso l’ASL locale, in autoscuola o presso un centro medico abilitato al rinnovo patente 
  • Al momento della visita medica dovete esibire:
    -le attestazioni di pagamento come descritto nel paragrafo seguente dedicato ai costi rinnovo patente
    – 2 foto formato tessera idonee (su fondo bianco, a capo scoperto)
    -tessera sanitaria/documento di identità

Al termine della visita medica vi sarà consegnata una ricevuta che attesta l’avvenuta conferma di validità della patente di guida. La ricevuta è valida per la circolazione e riporta indicato il numero verde del call-center al quale il cittadino può rivolgersi in caso di mancata ricezione della nuova patente di guida. La nuova patente di guida dovrebbe arrivarvi a casa nel giro di due settimane dalla visita.

Pagamenti per rinnovare la patente

Come previsto dal D.M. 15.11.2013 e dalla successiva Circolare esplicativa del 17.12.2013, l’utente deve esibire al momento della visita:
– un’attestazione di versamento della tariffa pari a € 16,00 su c.c.p. n. 4028, a titolo di imposta di bollo sul duplicato della patente per i rinnovi patente. Il bollettino pre-compilato può essere richiesto alla Posta.
– un’attestazione di versamento della tariffa pari a € 9,00 su c.c.p. n. 9001, codice causale 002 a titolo di diritto di motorizzazione. Anche in questo caso, il bollettino pre-compilato può essere richiesto alla Posta.

Al momento della consegna della patente, il corriere vi chiederà 6,80 euro per le spese di spedizione. A questi costi si dovranno aggiungere le spese per la visita medica che, se condotta presso le ASL, variano da circa 20 euro fino a circa 50 euro.
Può interessarvi:
Rinnovo patente B, costo e procedure

Come recuperare i punti patente

Pubblicato da Anna Sepe il 19 ottobre 2014