Come recuperare i punti patente

Come recuperare i punti patente: la patente a punti è stata introdotta in Italia a partire dal 1 luglio 2003, da questa data a ogni automobilista sono stati assegnati 20 punti. In caso di infrazione delle norme del codice della strada, all’automobilista saranno scalati un tot di punti in proporzione alla gravità del reato.

Cosa succede se finisco i punti patente?
Qualora l’automobilista dovesse azzerare il suo saldo punti, si ritroverà a dover eseguire nuovamente l’esame di teoria e l’esame pratico per conseguire nuovamente la patente. La perdita di tutti i punti patente provoca, in automatico, la revoca della patente. Chi si trova alle strette può cercare di recuperare i punti patente seguendo degli appositi corsi.

Patente a punti, cosa pensano gli automobilisti

Sono molte le polemiche che, a distanza di anni, ruotano sul sistema della patente a punti. Una fetta di automobilisti pensa che si tratta dell’ennesima trovata per fare cassa. In effetti per recuperare i punti patente bisogna pagare appositi corsi e chi, invece, vuole tenersi stretto il proprio saldo punti può evitare di comunicare i dati per la decurtazione a fronte del pagamento di una seconda multa. Inoltre non è difficile “truffare” il sistema per la decurtazione: se non c’è fragranza di reato, l’automobilista protagonista della contravvenzione può omettere i suoi dati e comunicare quelli di un amico o parete con un saldo punti più alto. Sono molte le persone a pensare che la decurtazione avrebbe senso solo se applicata in fragranza di reato e non con una comunicazione postuma dove è possibile inserire i dati di chiunque.

Non comunicare i dati per la decurtazione dei punti patente

Se la multa è arrivata a casa, l’artefice della contravvenzione ha il dovere di comunicare i propri dati per la decurtazione dei punti. Chi ha un saldo residuo di pochi punti patente potrebbe decidere di non comunicare i propri dati, a questo punto però scatta una nuova sanzione.

L’utente che omette di fornire i dati identificativi dovrà accollarsi una sanzione che va da un minimo di 284,00 euro fino ad un massimo di 1.133,00 euro; pagando questa sanzione, non gli verranno più decurtati i punti patente e il suo saldo resterà intatto.

Come recuperare i punti patente

I punti della patente si possono recuperare spontaneamente o seguendo appositi corsi. Ecco come si recuperano “spontaneamente“:
1) Gli automobilisti con almeno 20 punti che non commettono infrazioni per due anni, hanno diritto a 2 punti di “bonus”, fino al raggiungimento massimo di 30 punti totali.
2) Gli automobilisti che hanno meno di 20 punti, dopo due anni dall’ultima infrazione tornano al totale iniziale di 20.

Chi si trova “alle strette” e non può aspettare due anni di buona condotta per ritornare al saldo iniziale di 20 punti, sarà costretto a seguire dei corsi. Il Ministero dei Trasporti, con la sua circolare del 30/10/2012, ci fa sapere che: “Se sono stati persi dei punti, ma il punteggio non è esaurito, per recuperare è possibile frequentare corsi speciali presso autoscuole o altri centri autorizzati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Questi corsi consentono di recuperare 6 punti a chi ha la patente A o B, 9 punti a chi possiede la patente C, C+E, D, D+E o la patente B con il certificato di abilitazione professionale.

Cosa fare per recuperare i punti patente?

Rivolgetevi all’autoscuola locale e chiedete se organizza dei corsi per il recupero punti patente. Seguite il corso, al termine del quale vi saranno ri-accreditati 6 punti . Il corso per recuperare 6 punti patente ha una durata di 12 ore “spalmate” in un massimo di 15 giorni. Per non rendere nullo il corso, sono consentite un massimo di 4 ore di assenza.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza che certifica il recupero dei punti. Il reintegro dei punti decorrerà dalla data di rilascio dell’attestazione di frequenza del corso.

Quanto costa il corso per recuperare i punti patente?

Il prezzo varia da organizzatore a organizzatore, per il recupero dei punti patente A o B, il costo del corso è di circa 150 – 200 euro. Per recuperare i punti patente C, D.. e altre categorie, i prezzi superano i 250 euro.

Come verificare il saldo punti
Con il servizio online messo a disposizione dal Portale dell’Automobilista o dal numero telefonico dedicato: 848782782 (non è un numero verde, il costo dipende dal vostro piano tariffario). Ricordate che potrebbero passare diversi mesi dalla contravvenzione all’aggiornamento del vostro saldo punti.

Pubblicato da Anna Sepe il 3 ottobre 2014