Frizione dura: cosa fare

frizione dura

Frizione dura: cosa fare in caso di guasto alla frizione e frizione dura. Causa e rimedi da attuare se le marce non entrano con la solita facilità.

Marce che non si inseriscono, pedale della frizione troppo duro, cambio che vibra… sono questi i primi sintomi di una frizione che necessita di manutenzione.

Frizione dura: cause

Le cause di una frizione dura possono essere tante. Dalla semplice usura ai materiali di attrito accumulati tra gli ingranaggi.

Frizione dura: in caso di frizione a comando meccanico

La causa più comune di una frizione dura è da ricollegare alla formazione di attrito a livello del cavo o al leveraggio di azionamento che tendono a gripparsi. Una soluzione fai da te consiste nell’applicare un buon lubrificante meccanico. Le partizioni da lubrificare sono le varie articolazioni di comando e l’asta. Se un buon lubrificante non basta, valutate la possibilità di cambiare il cavo.

Frizione dura: in caso di frizione a comando idraulico

Anche se la frizione è a comando idraulico si può trattare di attrito. Se la frizione è a comando idraulico potrebbe risultare più dura del solito a causa della pompa o del cilindro attuatore grippati. Il rimedio, in questo caso, consiste nel controllare il cavo e il levaggio e lubrificarli.

Attenzione! Agite prontamente
A prescindere dalle cause è consigliato agire con una certa prontezza: se il cavo si rompe o semplicemente la frizione smette di rispondere, l’auto vi lascerà a piedi e avrete bisogno di chiamare il soccorso stradale o farvi trainare da un amico fino al meccanico più vicino. In quest’ultima ipotesi potrebbe esservi utile la guida: cavo traino auto, come si usa.

Frizione dura: rimedi

Rimedi per la Frizione meccanica

La frizione dura non è sintomo di usura del cambio bensì è un segnale da collegare al cavo che parte dal pedale e arriva fino alla leva della frizione. Se questo cavo è consumato o solo parzialmente grippato non consente un regolare scorrimento e funzionamento della trasmissione.

Anche se oltre a percepire una frizione dura avete notato delle vibrazioni alla partenza, il motivo potrebbe essere ricondotto al mancato scorrimento del filo che andrebbe a ostruire il corretto funzionamento di frizione e trasmissione.

I rimedi fai da te li abbiamo visti nel paragrafo precedente. Se non siete pratici del fai da te, prima di valutare il cambio dell’intera frizione, parlatene con il vostro meccanico di fiducia e fate cambiare solo il filo e la guaina che lo avvolge così da affrontare una minima spesa e sperare in una completa regressione dei sintomi. Il cambio del filo della frizione comporta una spesa di circa 100 – 150 euro.

Rimedi per la frizione idraulica

Il discorso è del tutto diverso in caso di frizione idraulica. In queste circostanze è necessario consultare il meccanico che dovrà intervenire sulla Pompa o un meccanismo del sistema di “impegno/disimpegno” della frizione. Per sostituire la pompa idraulica su una berlina compatta o un’utilitaria, la spesa da prevenitvare è di circa 450 euro.

Frizione dura: le marce non entrano

Se le marce non entrano le cause potrebbero essere varie. Se avete lasciato l’auto in sosta per molto tempo o in caso di temperature rigide, il cambio potrebbe risultare più difficile da gestire. In questo caso dovrete mettere l’auto in folle e, dopo aver azionato il freno a mano, provare ad accelerare per far aumentare i giri motore. Schiacciate tutto il pedale della frizione un paio di volte, riavviate il motore e provate a inserire le marce. Se la trasmissione ancora non risponde sarete costretti a consultare un meccanico.

Prima di consultare il meccanico, se avete una buona praticità con il fai da te e i motori, controllate il livello dell’olio nella scatola del cambio, anche dell’olio mancante potrebbe dare questo genere di problemi. Se le marce sono usurate dovrete necessariamente consultare un buon meccanico.

Pubblicato da Anna Sepe il 13 febbraio 2016