Come omologare i fari allo xeno

Quando si parla di omologare i fari allo xeno nel web c’è una grossa confusione. Chi intende montare i fari allo xeno sul proprio veicolo può acquistare dei fari già omologati e limitarsi al montaggio. Attenzione però, i fari allo xeno potrebbero essere omologati per un camion e non per questo possiamo montarli sul nostro scooter, così come altri fari allo xeno possono essere stati omologati per un modello di vettura che non c’entra nulla con la nostra auto! In altre parole, fari allo xeno omologati per il veicolo “X” non può essere montati su un veicolo “Y”.

Se in commercio non trovate fari allo xeno già omologati per il vostro veicolo, allora dovrete provvedere ad avviare le pratiche per far omologare i nuovi fari presso la motorizzazione.

I fari allo xeno si sono diffusi molto negli ultimi anni, tanto che ormai le vetture di alta gamma presentano fari allo xeno di serie mentre su tutte le altre vetture tali sistemi di illuminazione possono essere scelti come optional. Se avete acquistato un’auto usata che di serie non monta i fari allo xeno potete acquistarli direttamente presso la casa automobilistica e, trattandosi di ricambi originali, non sarà necessaria alcuna omologazione. E’ vero, i ricambi originali si fanno pagare e se non volete spendere troppo potete omologare i nuovi fari presso la motorizzazione.

Come omologare i fari allo xeno, il codice della strada
Secondo il codice della strada, la sostituzione di qualsiasi equipaggiamento di un veicolo omologato può avvenire solo con elementi omologati per quel particolare modello di veicolo. La sanzione per chi circola con dispositivi di illuminazione non omologati per il tipo di veicolo è contenuta nell’articolo 72 del codice della strada (solo di carattere pecuniario). La sostituzione dei fari ordinari con quelli allo xenon non è soggetta a aggiornamento della carta di circolazione (dunque, nen è applicabile l’articolo 78 del codice della strada), ma è controllata in sede di revisione del veicolo.

Come omologare i fari allo xeno, i requisiti
Per circolare in Italia con fari allo xeno bisognerà aver acquistato un kit di fari allo xeno certificati CE e E13. Sarà necessario avere un sistema di livellamento dei fari (presente ormai da anni nell’abitacolo di tutte le vetture) e un sistema di lava-fari automatico attivabile dall’abitacolo dell’auto.

Una volta soddisfatti i tre requisiti appena citati, stando alla normativa ECE R48, si potrà richiedere l’omologazione del mezzo con i fari allo xeno appena montati. Se il kit di fari allo xeno è stato correttamente installato, l’ispettore della motorizzazione cui vi recate vi rilascerà la documentazione di omologazione.

La sostituzione dei fari con un sistema di illuminazione allo xeno non necessita di alcuna segnalazione sul libretto di circolazione. L’omologazione può essere richiesta anche in sede di revisione del veicolo.

Kit fari allo xenon

Per scegliere il kit giusto per la propria auto vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento dedicato ai Kit fari allo xenon.

Nella pagina citata troverete istruzioni per il montaggio fai da te e informazioni su prezzi e modelli.

Pubblicato da Anna Sepe il 16 luglio 2013