Volkswagen Maggiolino Cabrio

Volkswagen Maggiolino Cabrio

Dal 1949 al 1980 ne hanno vendute 330.000, ma ormai quella è storia. In arrivo c’è una nuova Maggiolino Cabrio che, volendo, viaggia quasi come una auto sportiva. In Italia arriverà a gennaio e potrai scegliere addirittura fra cinque motori diversi.

GUARDA LE FOTO: Volkswagen Maggiolino Cabrio

Il nome e il look infatti non ci bastano, ed ecco che Volkswagen ha giocato furbamente nel costruire questa vettura sicuramente bella, ma che non consuma necessariamente una fortuna di carburante.

Esteticamente la Maggiolino Cabrio riprende le linee slanciate della nuova versione coupé che ha debuttato lo scorso anno, quindi meno tondeggiante e con una carrozzeria più schiacciata al suolo. La presa d’aria sotto al paraurti è piacevole, i fari anteriori tondi sono un classico e quelli posteriori sono addirittura una scultura illuminata con luci a Led, mentre la capote in tessuto si apre e si chiude in 10 secondi, anche in movimento, cioè fino a 50 km/h: di serie c’è una struttura per proteggerla quando è ripiegata.

La Maggiolino Cabrio ha anche una buona abitabilità, nel senso che lo spazio non è abbondantissimo ma giusto per quattro persone, con un bagagliaio di 225 litri di capienza, che si puo’ anche aumentare  reclinando lo schienale del divano posteriore, ovviamente a cappotte chiusa.

Come tutte le cabriolet più moderne, la Maggiolino Cabrio è sicura come una vettura a tetto di metallo: se il computer di bordo si accorge di un possibile ribaltamento estrae due staffe posizionate dopo i poggiatesta dei sedili posteriori per proteggere l’abitacolo dall’asfalto con cui si impatta finendo a testa in giù.

I prezzi? Non sono ancora stati resi noti, ma una cosa è certa, la Maggiolino Cabrio può anche essere una vettura “risparmiosa”. Tra i cinque motori disponibili,  ci sono per esempio il  1.2 TSI turbo a benzina e il 1.6 TDI diesel anche in versione Bluemotion, ovvero a basso consumo, mentre per divertirsi di più troviamo il 2.0 TDI a gasolio da 140 Cv, il 1.4 TSI  a benzina da 160 Cv e soprattutto il 2.0 TSI da 200 Cv.

Pubblicato da Gianluigi Giannetti il 8 dicembre 2012