Citroen C4 Cactus, il futuro è già su strada

La rivoluzione del costruttore francese si chiama C4 Cactus. Arriverà nei concessionari dal prossimo luglio e avrà un prezzo a partire da circa 18.000 euro. La Citroen C4 Cactus è stata presentata in versione di prototipo all’ultimo Salone di Francoforte. Si tratta di un crossover dal design accattivante e dallo stile importante, lo testimoniano le alte fiancate e il frontale che non si fanno mancare dei paracolpi dal colore personalizzabile.

Con la Cactus, il costruttore francese amplia la sua gamma di C4 e lo fa con un’originalità che negli ultimi anni sembrava aver perso. Le novità viste sul prototipo presentato al Salone dell’Automobile di Francoforte destano l’attenzione di un grosso target di automobilisti. Il nuovo crossover Citroen si presenta con linee stondate e uno spazio interno da guinness dei primati, ne sono una prova il sedile anteriore a panca e la plancia poco ingombrante che si pone all’automobilista con uno stile essenziale; la plancia è stata ridisegnata tanto da innescare la necessità di trovare nuove soluzione per la collocazione dell’airbag frontale per il passeggero che è stato trasferito nel padiglione.

Tornando a parlare di originalità, la nuova Citroen Cactus conquisterà tutti con una soluzione piuttosto insolita nel settore automobilistico: nelle portiere, sia anteriori che posteriori, sono stati inseriti dei paracolpi pneumatici. Si tratta di protezioni esterne che rendono il crossover Cactus pronto a partire per ogni avventura, anche la più estrema.

Le protezioni esterne sono costituite da pannelli in poliuretano contenenti camere d’aria (per questo sono detti pneumatici) capaci di assorbire i piccoli urti. Queste protezioni laterali non solo sono funzionali e originalissime ma rappresentano un’ottima possibilità di personalizzazione in quanto l’utente finale potrà comporre la sua Cactus scegliendo tra un assortimento di colorazioni che non riguarderanno solo la carrozzeria esterna e gli interni ma anche i paracolpi laterali.

Nessuna indiscrezione circa i propulsori di dotazione, la Citroen sta mantenendo grande riserbo. Anche il prezzo orientativo di 18.000 euro è solo una supposizione. Ciò che c’è di certo è che la casa automobilistica francese si è concentrata molto sui propulsori cercando di offrire al pubblico automobilistico delle cilindrate attente ai consumi. Considerato il calibro della vettura si potrebbe partire da un motore 1.2 a benzina VTi da 82 CV.

Pare che nel 2016, la Citroen Cactus vedrà l’ampliamento della gamma di propulsori con l’aggiunta della trazione ibrida che, per immagazzinare energia, sfrutterà, al posto delle batterie, un innovativo sistema ad aria compressa.

 

Pubblicato da Anna Sepe il 28 dicembre 2013