Toyota lancia PAY PER DRIVE

toyota pay per drive

Toyota PAY PER DRIVE: come funziona il finanziamento Toyota per comprare tutte le auto della gamma. Durata, caratteristiche, servizi e anticipo.

Il programma Toyota PAY PER DRIVE consente l’acquisto di auto della gamma Toyota con un anticipo minimo modulabile o anche con anticipo zero. Il discorso “rate” è molto flessibile perché è l’automobilista a scegliere ogni singolo importo e, in più, ha anche la possibilità di azzerare le rate.

Toyota PAY PER DRIVE, come funziona

Finanziamento personalizzabile e senza anticipo

Con la formula “anticipo zero” di Toyota Pay per drive è possibile portare a casa una vettura Toyota senza versare la classica maxi rata iniziale grazie alla possibilità di “spalmare” l’anticipo sulle rate successive.

Per le sue caratteristiche, Toyota PAY PER DRIVE può essere descritto come un finanziamento su misura, proprio come un abito di alta sartoria: in base alle disponibilità di quel determinato mese, l’utente potrà scegliere se aumentare o diminuire la rata! Niente male per chi non vuole rinunciare alle vacanze: in vista della settimana bianca di dicembre la rata del pianto Toyota PAY PER DRIVE può essere azzerata o abbassata a soli 50 euro distribuendo l’importo insoluto in una o più delle rate successive.

Toyota PAY PER DRIVE, la durata

Zero anticipo e nessuna rata finale

L’automobilista può scegliere una durata qualsiasi compresa tra i 24 e i 72 mesi. Al termine del periodo, Toyota vi garantisce l’acquisto della vettura con un importo concordato al momento della stipula del contratto, l’importo è detto “valore futuro garantito”. Il cosiddetto “valore futuro garantito” corrisponde alla rata finale, ciò significa che restituendo la vettura, alla scadenza del contratto, l’automobilista non dovrà accollarsi alcun costo aggiuntivo. Alla scadenza del contratto, si può:

  • tenere l’auto saldando o rifinanziando l’importo finale che corrisponde al “Valore futuro garantito”.
  • Restituire la Toyota senza pagare alcun costo finale.
  • Sostituire l’auto con una nuova Toyota sfruttando un nuovo programma Toyota PAY PER DRIVE.

Così come è possibile personalizzare le rate, è possibile posticipare la scadenza del contratto. Al termine del contratto, oltre a restituire la vettura, è possibile tenerla o venderla a terzi, tentando di incassare, così, un importo maggiore di quello previsto dal “valore futuro garantito”.

Toyota PAY PER DRIVE, manutenzione e Furto e incendio inclusi

Tra i servizi aggiuntivi da incorporare al finanziamento Toyota PAY PER DRIVE è possibile scegliere un’estensione di garanzia, la formula per la copertura di furto e incendio e un programma di manutenzione. I costi dei servizi aggiuntivi saranno spalmati sulle rate mensili mantenendo la massima flessibilità che caratterizza il piano rateale personalizzabile. Per esempio, per gli interventi di manutenzione è richiesto un surplus di 15 euro per ogni rata mentre per la copertura “Furto e Incendio” è prevista una rata che oscilla in base alla provincia di residenza. Per esempio, un automobilista che risiede a Firenze, per la copertura assicurativa (atti vandalici, furto e incendio, calamità naturali e assistenza stradale) dovrà sostenere un surplus mensile pari a 19 euro.

Per maggiori informazioni: guarda il video e vista il sito Toyota

Per tutti i dettagli del finanziamento personalizzato Toyota PAY PER DRIVE vi rimandiamo alla pagina ufficiale  e vi invitiamo a dare un’occhiata al video che segue.

Toyota PAY PER DRIVE: la segnalazione negativa di un nostro lettore

Purtroppo devo segnalare un’esperienza negativa capitata a Maurizio Papini, un nostro lettore che ci ha contattato: nel febbraio 2005 ha acquistato con il contratto PAY PER DRIVE una Toyota Auris Ibrida presso la Concessionaria SARCO di Curno (BG). Per ragioni private ha deciso di di restituire la vettura  al Concessionario il 12 Aprile 2017 sfruttando la possibilità propagandata di “RESTITUIRE LA VETTURA QUANDO VUOI”.
Da più parti è scritto che al momento della restituzione si controlla lo stato della vettura per eventuali danni e che il chilometraggio che non deve superare i 20.000 Km annui (previsti per il modello AURIS).
Purtroppo non è stato così per il Signor Papini! Il Concessionario ha infatti contattato la Toyota che ha risposto che il Sig. Papini avrebbe dovuto restituire il totale del finanziamento e che il Concessionario avrebbe accreditato il valore garantito riportato nel contratto firmato mentre l’Assicurazione furto avrebbe restituito la parte non usufruita temporalmente. In base a questo conteggio il Sig. Papini, secondo quanto richiesto da Toyota, dovrà pagare 2.500 Euro! Il concessionario sta ora cercando di evitare il pagamento di questa somma, attivandosi con la stessa Toyota.
In aggiunta il Signor Papini, si è visto addebitare la rata del PAY PER DRIVE nonostante non sia più in possesso della vettura da un mese!
Il Signor Papini ha quindi contattato il Concessionario che gli ha riferito che l’addebito è “regolare” in quanto la vettura non era ancora stata venduta.
Infine è necessario considerare che i tagliandi pre pagati rimangono a favore di chi acquisterà la vettura.
Possibile che le cose funzionino cosi’?
Ci farebbe piacere ricevere una email al nostro indirizzo [email protected] da parte di Toyota e del Concessionario per pubblicare anche la loro posizione.
Tra l’altro il Signor Papini mi ha comunicato di essere un cliente affezionato di Toyota di cui ha acquistato in passato diversi modelli di auto. Possibile che Toyota, casa automobilistica che abbiamo sempre apprezzato per il suo impegno nel realizzare e promuovere auto ibride con impegno e grandi investimenti, questa volta abbia creato una promozione non proprio soddisfacente, almeno per quanto riguarda il caso del Signor Papini?


Pubblicato da Anna Sepe il 25 giugno 2016