Tasso alcolemico: tutte le possibili conseguenze

Mettersi alla guida con un elevato tasso alcolemico nel sangue comporta diverse conseguenze. È bene sapere quali siano, in particolar modo se quando uscite fuori a pranzo o a cena siete amanti del buon vino o di una birra fresca, perché se si viene fermati dalla polizia e sorpresi in stato d’intossicazione alcolica, le conseguenze possono essere davvero molto spiacevoli.

La norma di riferimento è l’articolo 186 del codice della strada che punisce la fattispecie della guida in stato di ubriachezza. Andare contro questa normativa significa dover pagare una multa che parte dai 527 € a un massimo di 6000 €, la misura della sanzione dipende dalla quantità di alcol presente nel sangue.



Tasso alcolemico: pericoli

Mettersi alla guida in stato di ebbrezza può essere pericoloso per se stessi ma soprattutto per gli altri. Oltre alla sanzione salata a dover far paura chi si mette alla guida con tasso alcolemico nel sangue è la distorsione della percezione della realtà e il rallentamento dei riflessi.

Capita spesso che l’automobilista che ha bevuto qualche bicchiere si senta perfettamente sobrio, nella maggior parte dei casi è proprio l’alcol a provocare questa sensazione di sicurezza.

Tasso alcolemico: tolleranza

La tolleranza di alcol presente nel sangue imposta dalla legge è davvero molto bassa: 0,5 grammi per litro.

Questo limite è valido solamente per chi ha la patente di guida da almeno 3 anni, in caso contrario la tolleranza è pari a 0.

Tasso alcolemico: sanzioni

Come detto in precedenza la normativa attuale permette di mettersi alla guida con un tasso alcolemico di massimo 0,5 grammi per litro. Nel caso in cui si eccede e si viene fermati dalle autorità, le sanzioni possono essere alquanto drastiche.

Il primo provvedimento che scatta è la riduzione di 10 punti sulla patente, tutte le altre variano secondo la fascia di tasso alcolemico in cui si risulta al momento del test; di seguito andiamo a vedere i range.

  • Tra 0,5 grammi per litro e 0,8 si è costretti a una multa che varia da 500€ a 2000€ con la sospensione del permesso di guida da 3 a 6 mesi
  • Tra 0,8 a 1,5 grammi per litro si è costretti a una multa che varia da 1500€ a 6000€ con l’arresto fino ai tre mesi e la sospensione della patente per un anno
  • Con un tasso alcolemico maggiore di 1,5 grammi per litro la multa rimane sempre variabile dai 1500€ ai 6000€, arresto dai 6 mesi a 1 anno, sospensione della patente da 1 a 2 anni e sequestro del veicolo

Se nell’arco di 24 mesi si viene fermati più di una volta per guida in stato di ebbrezza scatta in automatico la revoca del permesso di guida.

Bisogna sottolineare che la revoca della patente avviene per chi è alla guida di un bus o di un camion trasporto merci oppure di un automobilista che provoca un incidente a causa dell’elevato tasso alcolemico.

Tasso alcolemico: neopatentati e under 21

Nel caso di under 21 o neopatentati la normativa non concede la possibilità di bere, non importa che il loro tasso alcolemico sia inferiore allo 0,5: sono in ogni caso soggetti ad una sanzione.

Se il conducente è colto con un tasso alcolemico inferiore allo 0,5 la sanzione pecuniaria è di 624 €, nel caso in cui sia maggiore, la pena prevista per tutti i patentati da almeno tre anni ai neopatentati viene aumentata di un terzo.

Tasso alcolemico: come viene rilevato

Il tasso alcolemico può essere rilevato per mezzo di una normale analisi del sangue oppure per mezzo dell’etilometro, che misura la quantità di alcol nell’aria che si respira. La legge prescrive che quest’ultimo esame sia ripetuto per due volte a distanza di cinque minuti.

Il rifiuto a sottoporsi all’accertamento è considerato come un reato, punibile con la perdita di dieci punti sulla patente e con le pene previste per chi viene sorpreso con una percentuale di alcol superiore a 1,5.

Tasso alcolemico: quanto si può bere per guidare in sicurezza?

Non è semplice sapere quanto è possibile bere prima di potersi mettere alla guida, questo perché il tasso alcolemico nel sangue non dipende solamente da quanto si è bevuto ma anche da altri fattori, come ad esempio il tempo passato dall’ultimo bicchiere bevuto, se si è a stomaco vuoto o no e da fattori biologici che variano da persona a persona.

In linea di massima il dicastero della salute ha emanato una tabella delle quantità che non andrebbero superate:

  • Per un uomo di 75 chili a stomaco vuoto: una birra e un bicchiere di vino;
  • Per un uomo di 75 chili dopo mangiato: non più di due birre e non più di due calici di vino;
  • Per una donna di 60 chili a digiuno: una birra e non più di mezzo calice di vino;
  • Per una donna di 60 chili dopo mangiato: due birre e un calice di vino.