Targhe auto rubate: come verificarle

Targhe auto rubate

Come sapere se l’auto o la moto che vuoi comprare è segnalata come veicolo rubato? Puoi farlo con il database del Ministero dell’Interno.

Controllo targhe auto

A partire dalla targa o dal numero di telaio, è possibile verificare se hai di fronte un’auto rubata o denunciata come smarrita. Le targhe auto rubate sono segnalate nella Banca dati Interforze.

Il Ministero dell’Interno mette a disposizione un servizio che ti consente di verificare le targhe auto rubate in pochi secondi ma la sua “banca dati” non è aggiornato in tempo reale come quella delle Forze dell’Ordine.

Nel database si possono controllare le targhe rubate di molti veicoli, quali:

  • moto
  • Autobus
  • Pullman
  • Autotreni
  • Tir
  • Rimorchi
  • Furgoni
  • Camion
  • Auto
  • Motofurgoni
  • Scooter e motorini
  • Altri ciclomotori
  • Caravan
  • Roulotte
  • Barche e natanti
  • Veicoli industriali
  • Anche auto rubate con targhe provvisorie

Il database delle targhe auto rubate è molto importante per il cittadino. Lo mette al sicuro in due contesti:

  1. Se hai il sospetto che l’auto usata che vuoi acquistare è stata rubata, è importante verificarne la provenienza usando la banca dati delle targhe dei veicoli rubati.
  2. Se hai notato un’auto abbandonata o un’auto parcheggiata nella tua proprietà privata e pensi che sia rubata, puoi controllare il numero di targa sul sito e segnalare immediatamente la cosa alla stazione dei Carabinieri o della Polizia. Puoi segnalare la presenza di un’auto abbandonata rubata anche telefonicamente, sfruttando il numero 112 (Carabinieri) e 113 (Polizia).
  3. Se trovi una targa abbandonata, senza veicolo, faresti bene a verificarne la provenienza dalla banca dati delle targhe rubate e contattare Polizia o Carabinieri così come spiegato al punto 2.

Ricerca targhe auto rubate

E’ possibile verificare una singola targa auto per volta, per uso privato, infatti, non è previsto l’accesso all’intero database delle targhe auto rubate o di tutti i veicoli rubati, compresi moto e scooter.

Come funziona il database delle targhe auto rubate?
Per spiegartelo abbiamo fatto diverse simulazioni inserendo targhe auto regolarmente in circolazione e targhe di veicoli rubati, tra cui due auto e due scooter e una moto. Abbiamo poi verificato anche tre targhe di auto regolarmente detenute, al carico delle quali sono assenti denunce.

In caso di auto regolare, l’avviso restituito dal database al momento della ricerca è:

“Per la targa “Gx000x”, non sono presenti dati in archivio”

Effettivamente, il sito è affidabile. Quando abbiamo inserito le targhe auto rubate e le targhe moto rubate, l’avviso cambia e l’utente può accedere a tutti i dettagli circa il veicolo.

Il sistema, in questo caso, fa un riepilogo segnalando:

  • La conferma della targa auto rubata
  • Numero del telaio dell’auto rubata
  • Modello d’auto
  • Produttore
  • Tipo (quindi se si tratta di una moto o uno scooter, noterai la dicitura motociclo, in caso di motorino, la categoria sarà ciclomotore, in caso di auto, la categoria sarà autovettura)

L’avviso termina così:

Per la targa “Xxxxx”, risulta una denuncia di furto inserita in data (la data della denuncia) presso la stazione (la sede delle forze dell’ordine che hanno preso in carico la denuncia).

Verificare la targa di un’auto rubata

Le informazioni rilasciate dal sistema sono attendibili, tuttavia il servizio del Ministero dell’Interno avvisa:

“Le informazioni ottenute da questo sito, aggiornate con un ritardo di 2 giorni…”

Quindi, se vuoi essere certo del responso ottenuto, attendi qualche giorno ed esegui nuovamente la verifica.

“Le informazioni ottenute da questo sito… sono puramente indicative e non hanno alcun valore legale.”

Cosa significa che non hanno alcun valore legale? Questa dicitura ti indica il grado di ufficialità e la validità attribuita alla verifica che non è riconosciuta ai sensi di alcuna legge o da atti giuridici.

Per esempio, se hai smarrito una vecchia denuncia di furto e la tua Regione di residenza ti invia un’Ingiunzione di pagamento per il recupero di vecchi bolli auto arretrati, non puoi usare il responso del database del Ministero dell’Interno per dimostrare il furto del tuo veicolo ma dovrai chiedere una copia della denuncia presso la sede delle forze dell’ordine dove hai effettuato la denuncia di furto al momento dei fatti.

In altre parole, il servizio è puramente informativo.

Puoi accedere al servizio per scoprire se la targa appartiene a un’auto rubata accendendo al “servizio del Ministero dell’Interno” e cliccando sulla voce: “veicoli e targhe rubate o smarrite“.

Pubblicato da Anna Sepe il 20 ottobre 2018