Consigli per superare l’esame pratico della Patente

superare esame pratico patente

Superare l’esame pratico di guida vi darà la libertà che aspettate: uscite con gli amici, andare in giro per la città, passeggiate romantiche con la fidanzata… ciò che vi separa da tutto questo è solo l’esame pratico della patente ma tranquilli, potete farcela!

Vi diamo qualche suggerimento su come superare l’esame pratico della patente senza brutte sorprese. Certo, quando si guida l’imprevisto è dietro l’angolo, è per questo che quando siete alla guida (sempre! Non solo il giorno dell’esame) dovete osservare bene ciò che accade sulla strada, davanti e intorno alla vostra vettura. Certo, il giorno dell’esame fare questo vi sembrerà un’impresa dura, l’ansia non è un’alleata, però con la pratica questa attenzione vi verrà naturale… allora perché non iniziare subito dalla pratica? Ecco i consigli su come superare l’esame di pratica della patente.

  1. Fare pratica e simulazioni di esame

    La scuola guida offre gratuitamente una serie di guide pratiche e simulazioni d’esame. Sfruttatele al meglio e non saltate una lezione. Anche se avete deciso di fare l’esame di guida da privatista, questo non vi impedisce di simulare l’esame pratico di guida.
    Assicuratevi di accumulare tante ore di pratica guidando con un istruttore, un familiare o un qualsiasi amico-guidatore esperto. Per eseguire le simulazioni del test meglio informarsi bene in cosa consiste l’esame pratico della patente B o patente A.
  2. Dimenticanze prima della partenza
    Ricordate di prendere tutti i documenti, una volta saliti a bordo, non dimenticate di regolare il sedile e gli specchietti retrovisori. Ricordate che tra le manovre basilari prima della partenza dovrete allacciare la cintura di sicurezza, accendere il motore e mettere la freccia per segnalate che vi state immettendo nella corsia di marcia.
  3. Dimenticanze durante la marcia

    Non dimenticare di rispettare le distanze di sicurezza, di dare le dovute precedenze e rispettare tutti i segnali stradali.
  4. Il parcheggio e le manovre

    Nella fase di parcheggio, se non avete capito bene l’indicazione del vostro esaminatore, non esitate a chiedere più chiarezza… se c’è molto spazio per parcheggiare non è saggio invadere l’intera corsia, quindi rallentate, prendete un respiro, mettete la freccia e chiedete dove parcheggiare! Dopo il parcheggio, non dimenticate di tirare il freno a mano. Se il capo o il corpo dell’esaminatore vi riduce la visibilità durante una manovra, chiedetegli di spostarsi… alcuni esaminatori lo fanno di proposito!
    Se avete paura di urtare il marciapiede… non fatevi scrupolo a mantenere una certa distanza da esso anche in caso di parcheggio…. se l’idea di prendere il marciapiede vi terrorizza, una volta accertati che dalla parte del marciapiede non vi siano altri ostacoli, regolatevi a parcheggiare prendendo come limite le strisce del parcheggio: le auto usate per fare l’esame di pratica della patente sono piccole (utilitarie o citycar), di certo prendendo la linea del parcheggio come riferimento non urterete mai il marciapiede!

Pubblicato da Anna Sepe il 10 luglio 2015