Spia dell’acqua, tutte le info

spia dell acqua accessa

Spia dell’acqua: cosa succede quando si attiva, cosa dice il libretto di manutenzione del veicolo e quali sono le conseguenze se ignoriamo questa spia. 

La spia dell’acqua spia della temperatura è un segnale di fondamentale importanza che non va assolutamente ignorato. Se la spia dell’acqua è accesa, non significa necessariamente che avete fuso il motore o distrutto il radiatore ma… c’è da correre ai ripari per evitare che qualsiasi disgrazia possa abbattersi sulla vostra auto.

La spia rossa dell’acqua si accende quando la temperatura del liquido di raffreddamento è troppo elevata. Si tratta di un’anomalia segnalata dalla centralina elettrica dell’auto piuttosto comune.

Se siete in piena estate, fermi nel traffico già da parecchie ore, un’anomalia del genere, sui veicoli più datati, è nella norma.

Altri casi innocui in cui si può attivare la spia rossa della temperatura dell’acqua sono:

  • se il veicolo affronta una ripida e lunga salita
  • se il motore va sotto sforzo perché impiegato ad alti giri solo con la prima e la seconda marcia
  • se il veicolo è sottoposto a una lunghissima sosta con motore acceso

Spia dell’acqua accesa, cosa fare 

Attenzione! 
L’impianto di raffreddamento del motore è sotto pressione, soprattutto a motore caldo e in particolar modo se la spia dell’acqua è accesa. Aprendo il tappo potete causare la fuoriuscita del liquido bollente e causarvi delle ustioni. Per questo motivo fate raffreddare il motore prima di aprire il tappo ed eseguite questa operazione indossando, possibilmente, occhiali protettivi e guanti. 

Quando la spia della temperatura del liquido di raffreddamento si accende fissa o lampeggia, accostate immediatamente il veicolo e fate alcuni controlli a motore spento.

Prima di aprire il vano motore per controllare il livello del liquido, attende almeno 10 minuti. E’ importante verificare il livello del liquido così da capire se vi sono eventuali perdite o un problema al radiatore.

Se, quando aprite il cofano motore fuoriesce del vapore, potrebbe trattarsi di un guasto al raccordo. Se notate del vapore, attendete altri 10 minuti prima di aprire il tappo del piccolo serbatoio dell’acqua. Non toccate il tappo a mani nude perché il liquido contenuto al suo interno può essere molto caldo: usate dei guanti da meccanico (se disponibili) o uno straccio di fortuna. Aprite il tappo lentamente così da far fuoriuscire la pressione all’esterno in modo graduale. Verificate il livello dell’acqua e all’evenienza aggiungete altro liquido.

Altri consigli:

  • – Arrestate il veicolo su una superficie piana
  • – Il livello del liquido di raffreddamento va misurato solo a motore freddo e con l’auto parcheggiata in piano (no in pendenza!)

Cosa fare se la spia della temperatura dell’acqua è accesa

Nel paragrafo precedente abbiamo visto delle importanti avvertenze. E’ altrettanto fondamentale rendersi conto che se quando proviamo a far ripartire il veicolo la spia dell’acqua è ancora attiva, sarà necessario contattare un’officina meccanica. In dettaglio, ecco cosa fare se la spia della temperatura dell’acqua è accesa:

  • 1). Accostate con il veicolo posto in piano e spegnete il motore.
  • 2). Attendete almeno 10 minuti.
  • 3). Girate la chiave nel blocchetto di accensione portandola in posizione 2 (fate accendere solo il quadro strumenti, senza avviare il motore).
  • 4). Controllate l’indicatore della temperatura del liquido e la presenza della spia dell’acqua, è accesa? Se non è accesa, nell’ideale la temperatura del liquido di raffreddamento dovrebbe essere inferiore ai 40°C.
  • 5). Girate nuovamente la chiave dal blocchetto di accensione spegnendo il quadro strumenti.
  • 6). Aprite il vano motore e individuate il serbatoio di stoccaggio dell’acqua. Girate il tappo lentamente (per aprirlo dovete girarlo verso sinistra) e fate scaricare la pressione. In questa fase indossate i guanti o aprite il tappo con uno straccio.
  • 7). Una volta rimosso il tappo, controllate che nel serbatoio ci sia abbastanza liquido di raffreddamento. La verifica va fatta a liquido freddo. Se il liquido freddo raggiunge la tacca presente sul bocchettone di riempimento non aggiungete altro liquido. In caso contrario, rabboccate con il liquido di raffreddamento.

Se, al punto 4)., la temperatura del liquido è inferiore ai 40 °C potete ripartire, forse il problema era solo passeggero ma tenendo d’occhio la spia della temperatura, recatevi presso un’officina meccanica per ulteriori controlli.

Spia dell’acqua e liquido di raffreddamento

In realtà, la classica acquanella gran parte di veicoli moderni, è stata sostituita con il cosiddetto liquido di raffreddamento. Il liquido di raffreddamento è una miscela data da acqua, antigelo e liquido anticorrosione. Queste miscele raggiungono il loro punto di ebollizione sono intorno ai 130 °C, per questo le operazioni di verifica devono essere svolte con prudenza e lasciare eventuali opere di riparazione agli esperti di settore.

Altre spie del quadro strumenti che potrebbero interessarvi:

Pubblicato da Anna Sepe il 9 aprile 2016