Rinnovo patente: cambiano le regole per il rinnovo

Dal 9 gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova modalità di rinnovo patente, così i circa 5 milioni di automobilisti che nel corso di quest’anno vedranno scadere la patente di guida, non dovranno munirsi di bollini adesivi ma attendere il recapito di un nuovo documento.

Fino a poco tempo fa, per rinnovare la patente era necessario munirsi di un bollino adesivo da applicare negli appositi rettangoli posti sul retro del certificato di guida (indicati nella foto in alto con una freccia rossa), con questo provvedimento, sparisce l’etichetta adesiva e arriva un inedito certificato di guida a prova di falsificazione.

Se le modalità di rinnovo patente cambiano, ciò che resta inalterato sono i costi fissi, ai quali aggiungere le spese di spedizione per il recapito del nuovo documento di guida. Per rinnovare la patente occorrono 25 euro, da sommare ai costi della visita medica, e ai costi delle spese di spedizione; nel dettaglio i costi del rinnovo patente sono così ripartiti:

  • 25 euro per il rinnovo patente dove 16 euro sono destinati alla marca da bollo e 9 euro per i diritti della Motorizzazione.
  • costo della visita medica, dove non esiste una tariffa fissa
  • 6,80 euro per la spedizione a domicilio della nuova patente da pagare in contrassegno al momento della consegna
  • spesa per la nuova foto-tessera

Per rinnovare la patente spendendo poco, è meglio rivolgersi ai medici dell’ASL dove, il pagamento dei diritti sanitari oscilla da 20 a 50 euro a seconda della struttura, per esempio a Milano l’importo da corrispondere per la visita medica è pari a 39 euro, la stessa visita medica a Torino si paga solo 18,59 euro.

La figura chiave della nuova procedura per il rinnovo patente è proprio il medico che, una volta accertata l’idoneità al rinnovo, avrà il compito di inoltrare la pratica al Ced della Motorizzazione, che a sua volta inoltrerà al medico una ricevuta nominativa (munita di foto), con la quale l’automobilista potrà circolare in attesa del nuovo titolo. Ovviamente tutto questo avverrà per via telematica: il medico, insieme all’idoneità al rinnovo, inoltrerà anche le nuove foto tessere dell’automobilista, in questo modo le forze dell’ordine potranno associare una foto a ogni numero di patente, tale fattore sarà utile sia per i controlli, sia per scongiurare falsificazioni. In più, con le nuove modalità di rinnovo sarà molto più facile sostituire una patente in caso di furto o smarrimento.

Grazie alle procedure telematiche, l’automobilista non dovrà aspettare molto per ricevere la nuova patente di guida: l’utilizzo del web per il trasferimento delle certificazioni necessarie al rinnovo della patente fornite da parte del medico consentirà alla motorizzazione di agire in tempi stretti così da recapitare il nuovo certificato di guida entro un tempo massimo di una settimana.

Pubblicato da Anna Sepe il 10 gennaio 2014