Revisione auto, tutte le info

Revisione auto

Revisione auto: ogni quanto va fatta, costo, quale è la tolleranza dalla scadenza, rischi e sanzioni. Quanto costa fare la revisione e a chi rivolgersi.

La revisione dell’auto è un controllo obbligatorio per legge. La legge italiana, infatti, prescrive scadenze entro le quali sottoporre la vettura a determinati controlli che prendono il nome di Revisione.

Prima revisione auto, quando si fa

La prima revisione auto deve essere eseguita 4 anni dopo la prima immatricolazione.

La prima revisione auto, si fa dopo 4 anni dalla prima immatricolazione.

La scadenza è facile da calcolare. Se la vostra auto è stata immatricolata nel maggio del 2017, entro la fine di maggio del 2021 dovete eseguire la revisione dell’auto.

Revisione auto, ogni quando va fatta

Dopo la prima revisione, che si esegue alla scadenza del quarto compleanno della vettura, le successive revisioni andranno eseguite con cadenza biennale.

Quando fare la seconda revisione auto?
Dopo sei anni dalla prima immatricolazione.

Quando fare la terza revisione auto?
Dopo otto anni dalla prima immatricolazione.

Il costo della revisione auto è standard, quindi non è necessario fare speculazioni o farsi fare preventivi. Il prezzo cambia solo tra motorizzazione e officine autorizzate. Al contrario, il tagliando auto ha costi che possono variare di molto da meccanico in meccanico.

Revisione auto, quanto costa

La revisione auto ha costi fissi. Chi si rivolge alla Motorizzazione civile ha un risparmio di circa 20 euro rispetto a chi si rivolge presso un’officina autorizzata. I costi sono:

  • 45 euro, revisione presso la motorizzazione
  • 66,88 euro, revisione presso officina autorizzata

Chi vuole fare la revisione presso la motorizzazione dovrà compilare il “modulo di domanda di revisione” e allegare al modulo la ricevuta di versamendo di 45 euro sul conto corrente postale n.9001, intestato al “Dipartimento dei trasporti terrestri, Roma”.

Una volta compilato il modulo, eseguito il pagamento del bollettino postale, dovrete consegnare la richiesta presso gli sportelli della Motorizzazione Civile che provvederà a darvi un appuntamento o a eseguire direttamente i controlli dell’auto. Per non andare più volte in motorizzazione, è consigliato telefonare e prendere accordi.

In caso di revisione presso un’officina autorizzata, non dovrete fare altro che fissare un appuntamento e consegnare la vettura. Quanto durano i controlli? La revisione richiede tempi brevi, nel giro di poche ore riavrete indietro la vostra vettura!

In entrambi i casi, l’auto andrà consegnata insieme al libretto di circolazione in originale.

Revisione auto, controlli

La revisione auto è obbligatoria. Con la revisione, l’auto è sottoposta a controlli finalizzati a verificare le condizioni d’usura del veicolo. In particolare, i controlli effettuati al momento della revisione auto, vertono su:

  • Emissioni inquinanti (si fa un test dei gas di scarico)
  • Emissioni sonore (test della rumorosità del veicolo)
  • Sicurezza (verifica delle condizioni di sicurezza)

La revisione si dice “passata” se le condizioni risultano conformi agli standard prescritti dalla normativa vigente. Un’auto con un fanalino rotto, non potrà mai passare la revisione perché non rispetta le condizioni di sicurezza prescritte dal codice della strada.

Analogamente, se avete modificato il terminale di scarico della vettura, senza il dovuto aggiornamento del libretto, prima di sottoporre l’auto a revisione dovreste ripristinare le condizioni iniziali della vettura così come riportato sul libretto.

Revisione auto, ultime novità

Non ci sono novità per gli automobilisti ma solo per gli operatori di settore che per eseguire i controlli devono prima sottoporsi a corsi di formazione professionali.

Le uniche novità per gli automobilisti riguardano i controlli relativi al pagamento del bollo auto. Fino a qualche tempo fa, per passare la revisione bisognava essere in regola con il pagamento dei bolli auto dell’anno in corso e dei precedenti 4 anni. L’automobilista, al momento della revisione, doveva dimostrare di aver pagato la tassa di proprietà della vettura.

A partire dal 2017 è cessato l’obbligo di verifica sulla situazione dei pagamenti dei bolli auto, così anche chi non è in regola con la tassa automobilistica potrà passare la revisione auto senza conseguenze.

Per le differenze tra tagliando e revisione e le varie scadenze, vi rimandiamo alla pagina di approfondimento: quando fare il tagliando auto.

Pubblicato da Anna Sepe il 8 luglio 2017