Radiatore Auto: come funziona e prezzo

radiatore auto

Radiatore auto: come funziona, prezzo e cosa fare in caso di radiatore rotto o bucato. L’analisi meccanica dei casi più classici: radiatore auto che perde acqua e la scelta del miglior liquido di raffreddamento.

Radiatore Auto: come funziona

Il radiatore auto è un componente fondamentale per il funzionamento del sistema di raffreddamento della vettura. I motori affrontano continuamente il problema delle alte temperature: circa il 60% dell’energia ricavata dalla combustione di diesel o benzina è sprigionato in forma di calore e il motore, senza il radiatore, potrebbe subire di problemi di surriscaldamento.

Il radiatore funziona da scambiatore di calore. Riesce a trasferire il calore dal liquido refrigerante (surriscaldato)  al ventilatore o dal vento di corsa. In altre parole, il radiatore sfrutta il liquido refrigerante che lo attraversa come vettore di calore per poi dissipare l’energia termica sfruttando la ventilazione. Il meccanismo di funzionamento del radiatore auto varia in base al tipo di radiatore e al motore.

Radiatore Auto: liqido di raffreddamento

Il liquido di raffreddamento del motore richiede un rabbocco ogni tre o quattro mesi anche se tutto dipende dalla qualità del liquido impiegato. Se vivete in zone di montagne, vi servirà usare un liquido di raffreddamento che sia anche antigelo o protettivo (resistente alle basse temperature e in grado di proteggere il motore e lo stesso radiatore dal freddo).

Per la gamma completa di liquidi refrigeranti per radiatore vi rimandiamo alla pagina ufficiale Amazon: Liquido protettivo per radiatore.

Radiatore Auto perde acqua: cosa fare

E’ il radiatore che perde acqua? Talvolta le perdite di liquido possono essere a carico di altre componenti del circuito di raffreddamento. Prima di segnalare un radiatore che perde acqua è necessario accertarsi del guasto con un’accurata ispezione visiva di ogni componente del circuito di raffreddamento. Controllate attentamente il radiatore ma anche le altri componenti quali manicotti, pompa, cinghie… Le perdite potrebbero essere indotte da guarnizioni rovinate, dalle valvole o da altre componenti. Se l’ispezione visiva non dovesse bastare a rilevare il guasto, sarà necessario eseguire la cosiddetta prova di tenuta della pressione. Tale controllo si esegue con uno speciale attrezzo e va a verificare la presenza di eventuali perdite interne legate a guarnizione della testa rovinata, testata e monoblocco fessurati.

Radiatore Auto: prezzo

Il prezzo d’acquisto di un radiatore è molto contenuto, soprattutto se si acquista online dove il mercato dei ricambi auto è fortemente competitivo. Come sempre accade in ambito meccanico, ai costi d’acquisto dei pezzi di ricambio bisogna aggiungere il costo di manodopera meccanica. Il costo di manodopera, anche se non dovrebbe, spesso cambia con il tipo di veicolo: un meccanico, trovandosi ad aggiustare un’auto di lusso, potrebbe pretendere una tariffa oraria più elevata! Un buon meccanico per la sostituzione del radiatore dovrebbe addebitarvi un costo di 50 euro. A Napoli e provincia, non mancano autofficine in grado di sostituire il radiatore per 30 euro (tariffa oraria, impiegano un’ora per il lavoro di cambio radiatore) mentre volendo fare una media, il costo richiesto sarà di 80 euro.

Ma a quanto ammonta il prezzo di un radiatore?
Tutto dipende dal vostro veicolo e dalle vostre preferenze: se richiedete un ricambio originale il prezzo del radiatore può superare di gran lunga i 100 euro. Se vi accontentate di un ricambio compatibile la spesa scende a 50 – 60 euro. Per esempio, su Amazon un rardiatore in linea con gli standard OE, è proposto al prezzo di 44,98 euro con spese di spedizione gratuite.

Radiatore Auto: rotto o bucato

La sostituzione del radiatore auto non è un lavoro particolarmente difficile, certo se non vi siete mai occupati di meccanica è un intervento sconsigliato ma se avete una buona familiarità con i motori potete proseguire con il fai da te.

Come visto, il costo di un radiatore auto è piuttosto contenuto e se riuscite a risparmiare sulla manodopera occupandovi in prima persona della riparazione, la spesa complessiva sarà più che accessibile.

Se non avete mai eseguito riparazioni auto, vi consigliamo di acquistare un buon manuale tecnico. Nella pagina Amazon dedicata ai Manuali di riparazione auto, potete acquistare la cosiddetta “Rivista tecnica dell’Automobile“, ogni numero è dedicato a una vettura diversa. In questo moto potete apprendere come riparare da soli la vostra auto, dalla sostituzione del radiatore alle altre riparazioni fai da te. La rivista ha dedicato un numero a ogni modello di automobile, per citarne qualcuno: riparazioni della Toyota Rav4, Fiat 500, Peugeot 307, Citroen C3, Toyota Yaris,  Smart Fortwo, Citroen C4 (manuale valido per la Picasso, Gran Picasso e per la Cactus dato che condividono la medesima meccanica anche se con motori via via più efficienti), Lancia Delta, Bmw Serie 1, Audi A4, Alfa Romeo Mito, Bmw Serie 3, Peugeot 207, Volkswagen Golf, Skoda Ocatavia, Tiguan, Dacia Sandero, Classe A mercedes, Suzuki Swift, Peugeot 3008….

Pubblicato da Anna Sepe il 2 luglio 2016