Peugeot RCZ R, prezzo e caratteristiche

Tra le auto in uscita in questo 2014 troviamo la Peugeot RCZ R, disponibile fin da subito con un tempo di consegna di 60 giorni. La Peugeot RCZ R ha un prezzo di circo 8.000 euro in più rispetto alla versione più serena d’animo, la classica RCZ. L’incremento di prezzo di 8.000 euro è spiegato dalle modifiche alla parte meccanica, fra le quali segnaliamo le bielle e i pistoni specifici. La Peugeot RCZ R si porta a casa con un prezzo di circa 40.000 euro.

Quali sono le differenze tra la RCZ 2013 e la RCZ R?

  • Differenze estetiche tra RCZ e RCZ R
    A parte la iconica R cromata che spicca posteriormente, all’estrema destra del vano bagagli, la RCZ R si differenzia dalla RCZ classica per piccoli dettagli come l’alettone che non solo è più grande ma anche fisso. La RCZ classica porta un alettone a scomparsa con due differenti tipologie di inclinazione: l’alettone nella RCZ appare automaticamente con inclinazione minima al raggiungimento di 80 km/h e poi si fa notare più grintoso quando si superano i 120 km/h. Al contrario, l’alettone della RCZ R è fisso. Sempre sul posteriore, la RCZ R presenta due vistosi terminali di scarico ai lati del paraurti, e non posti sullo stesso lato come sulla solella RCZ. L’inconica R è presente anche sul frontale, dove spicca anche la scritta Peugeot su una targhetta cromata.
  • Differenze meccaniche tra RCZ e RCZ R
    La RCZ R è equipaggiata con un motore più potente, 271 CV del suo 1.6 turbo: quello della RCZ è sempre un 1.6 ma da 200 CV. Migliora anche l’efficienza che fa meritare alla RCZ R l’omologazione Euro 6 con 15,9 km percorsi con ogni litro di benzina. Non varia la velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente e l’accelerazione vede lo scatto da 0 a 100 km/h coperto in 5,9 secondi.
  • Differenze degli interni tra la RCZ e la RCZ R
    L’abitacolo resta quasi del tutto invariato fatta eccezione per lo stemma R posto sul tunnel centrale e i sedili ancora più sportivi.

Chi critica la RCZ R per la poca abitabilità della potrona posteriore ha capito davvero poco di questa vettura: la RCZ R, così come la RCZ, sono coupé a due posti, dove la poltrona posteriore è dedicata ai bambini: la RCZ consente a tutti (anche ai papà di famiglia e perché no… alle mamme!) di godere di un’esperienza di guida briosa e allegrissima. L’abitabilità delle poltrone anteriori è perfetta, nella RCZ c’è spazio a volontà: il bagaglio ha una capacità di 321 litri che arrivano addirittura a 639 se si sacrificano le piccole poltrone posteriori.

L’unico vero difetto della gamma RCZ (comune per RCZ 2010, RCZ 2013 e RCZ R del 2014) è la visbilità. Gli angoli ciechi rendono difficili le manovre e anche guidare in curva diventa un po’ scomodo.

Pubblicato da Anna Sepe il 31 dicembre 2013