Multe non pagate, tutte le info

Multe non pagate

Cosa succede se non pago una multa? Oggi parliamo di Multe non pagate: conseguenze e quando vanno in prescrizione e come verificarle.

In questa pagina esamineremo le eventuali conseguenze del mancato pagamento delle multe. Le sanzioni pecuniarie sono lo scotto da pagare per chi infrange il codice della strada, tuttavia la prescrizione delle multe non pagate può aprire uno spiraglio.

Multe non pagate: prescrizione

Se entro un certo lasso di tempo, dopo che hai ricevuto la multa non pagata, nessun Comune o Agente ha sollecitato il pagamento, ci sono buone probabilità che questa sia caduta in prescrizione.

Affinché le tue multe non pagate siano realmente nulle perché andate in prescrizione, bisogna fare un attento calcolo dei giorni.

Le Amministrazioni, molto spesso, si riducono all’ultimo per inoltrare una diffida di pagamento così da interrompere i termini di prescrizione per farli ripristinare e partire da zero.

Il termini di prescrizione, infatti, non va calcolato dal giorno in cui è stata notificata la multa, bensì dal giorno in cui è arrivato l’ultimo sollecito per quella determinata infrazione.

Per le multe esistono due termini, il primo è il termine di notifica la multa deve arrivare a casa entro 90 giorni da quando hai violato il codice della strada) e il secondo è il termine di prescrizione.

Il periodo di prescrizione parte dal momento della prima notifica della multa e viene interrotto da eventuali solleciti di pagamento. Il termini di prescrizione delle multe non pagate è di 5 anni, a prevederlo è una legge del 1981. L’unica condizione è che in questo lasso di tempo la multa non sia mai stata oggetto di alcun sollecito o cartella esattoriale. Qualsiasi sollecito o cartella va a interrompere il periodo di prescrizione facendolo ripartire da zero.

Come controllare se la multa è caduta in prescrizione? 
Bisogna fare un calcolo temporale: è necessario che siano passati almeno cinque anni dall’ultimo avviso ricevuto riguardo quella determinata violazione del codice della strada.

Multe non pagate: conseguenze

Eccoci alla fatidica domanda: cosa succede se non pago una multa? Allora, se sei tra i più fortunati, il Comune o il creditore si dimenticano di te e non ti arriverà alcun sollecito di pagamento e alcuna cartella… ma siamo onesti, tu dimenticheresti che Tizio o Caio ti devono dei soldi? La possibilità che la tua multa non pagata cada in prescrizione esiste ma è piuttosto remota. Molto più plausibili sono le conseguenze che vedono l’aumentare della sanzione pecuniaria. Vediamo tutti i dettagli.

In caso di mancato pagamento di una multa riguardo la violazione del Codice della Strada, vi è un immediato aumento dell’importo. La prima conseguenza del mancato pagamento di una multa è infatti l’applicazione di una seconda sanzione (una sanzione per non aver pagato la sanzione!). L’importo da versare può addirittura raddoppiare e in caso di perpetuato insoluto, si addizioneranno gli interessi di mora.

Multa non ritirata alla posta e avviso di giacenza atti giudiziari

Se il postino non riesce a notificare una multa vi lascia un avviso nella casella della posta. In genere, sull’avviso di giacenza di una multa è segnalata la voce “atti giudiziari“. Ora la domanda sorge spontanea: “se il postino non trova nessuno in casa e non può notificare la multa, lascia solo l’avviso…. cosa succede se non vado a ritirare la multa?“.

Il mancato ritiro di una multa notificata con avviso di giacenza non renderà nulla la vostra multa. Superati i 10 giorni di giacenza, infatti, per le autorità che hanno notificato la multa, la contravvenzione viene considerata come effettivamente ricevuta. Cosa significa? Che trascorsi 10 giorni dall’avviso di giacenza, iniziano a decorrere i termini per il pagamento.

Quanto tempo ho per pagare una multa?

  • Entro 5 giorni per il pagamento in misura ridotta
  • Entro 60 giorni per il pagamento della contravvenzione
  • Entro 30 giorni è possibile fare ricorso al giudice
  • Entro 60 giorni è possibile fare ricorso al prefetto

Multe non pagate: come vedere l’ammontare del debito

Multe, contributi, tasse, imposte non pagate… E’ possibile controllare il proprio “estratto conto debitore” o “estratto di ruolo” dal sito dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Se la multa non è mai stata notificata, è possibile controllare le multe in arrivo dal portale dell’automobilista.

Pubblicato da Anna Sepe il 20 aprile 2018