Guidare senza patente: cosa si rischia

Guidare senza patente

Guidare senza patente: cosa si rischia se si viene “pizzicati” nell’atto di guidare un’auto senza aver mai conseguito la patente, senza patente al seguito (patente dimenticata a casa) o con patente scaduta. Analizziamo rischi e sanzioni di ogni caso.

La frase “guidare senza patente” può lasciare ampio margine di fraintendimento. Una cosa è guidare senza patente con sé e tutt’altra cosa guidare senza aver mai conseguito la patente, con patente ritirata o con patente scaduta. Per non cadere in malintesi, ecco di seguito quali sono le sanzioni e i provvedimenti per ognuno di questi casi.

Guidare senza patente con sé: cosa comporta

Patente dimenticata? E’ un grande classico ma la multa va pagata e dovrai presentarti in caserma per mostrare la tua licenza di guida entro 30 giorni dalla contestazione. 

Multa per patente dimenticata: la multa, così come previsto dall’articolo 180 del Codice della Strada, comma 1 e 7, ha un importo pari a 41 euro. Con la multa, le autorità ti faranno firmare un verbale in cui dichiari che entro una determinata scadenza (in genere 30 giorni) dovrai presentarti in Caserma per esibire il tuo documento.

Cosa succede se non ti rechi in caserma entro i termini prescritti dal verbale? Sarai soggetto a un ulteriore sanzione di 419 euro.

Attento! Se non hai mai conseguito la patente, non puoi dire alle autorità di averla dimenticata a casa! Il motivo? Con i tuoi documenti, la Polizia può controllare nel database della motorizzazione così da avere accesso ai tuoi dati.

Guidare senza patente: cosa si rischia

Cosa succede se guido senza patente? La prima volta ti becchi una multa da 5.000 euro, la seconda volta rischi la prigione.

Dal 2016, per provvedimento del Governo Renzi, guidare senza patente (mai conseguita o con patente revocata) è solo un atto illecito e non un reato penale. Cosa significa? Che chi è pizzicato a guidare senza patente può evitare il processo penale ma dovrà addossarsi una doppia ammenda:

  • multa da 5.000 euro
  • fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi

Il reato si compie solo se nell’arco di due anni chi guida senza patente è pizzicato due volte a commettere il medesimo reato.

Quanto detto è ciò che rischia chi guida senza patente (senza averla mai conseguita) o con patente sospesa o revocata.

Se ti stai chiedendo cosa rischi a guidare con patente revocata, fai ben attenzione! Le sanzioni partono da 5.000 euro ma possono raggiungere anche i 30.000 euro in determinate circostanze.

Per chi paga la sanzione entro 5 giorni dalla contestazione, può accedere alla multa in forma ridotta e pagare solo 3.500 euro. La multa scatta anche in caso di patente revocata patente non rinnovata per mancanza dei requisiti prescritti dalla legge.

Cosa succede se mi fermano per la seconda volta?
Se alla prima volta c’è solo la multa, se nel giro di due anni ti fermano due volte alla guida di un’auto senza patente, scatta il reato penale. Cosa significa? In questo caso scatta:

  • l’arresto fino a un anno
  • confisca del veicolo (sequestro dell’auto)

C’è da dire che l’arresto non scatta se al momento del primo illecito è stato eseguito il pagamento in forma ridotta entro i 5 giorni dalla contestazione. Anche se non scatta l’arresto, è importante sottolineare che il sequestro dell’auto (ai fini della confisca) si applica in qualsiasi caso di ripetizione dell’illecito.

Se l’auto non è di proprietà di chi guida senza patente, cosa succede al proprietario dell’auto?

Se ti hanno prestato l’auto e tu non hai la patente, faresti bene a lasciare il veicolo in garage! Il motivo? Anche il proprietario del veicolo avrà grane e dovrà rispondere alla sanzione relativa all’incauto affidamento così come disposto dall’articolo 116, comma 14 del Codice della strada. In qualsiasi caso, il proprietario del veicolo non potrà mai ritenersi “persona estranea alla violazione” anche ai fini dell’applicazione della sanzione accessoria che vede il sequestro del veicolo.

Guidare una moto senza patente: cosa comporta

Le sanzioni sono le stesse già viste per l’auto ma cambia qualcosa se chi guida la moto o il ciclomotore detiene una patente di categoria diversa.

La multa va da circa 1.000 a 4.000 euro per chi guida una moto che necessita di patente A2 mentre invece dispone solo di patente A1.

 

Guidare con patente scaduta

Vi è una tolleranza e inoltre possono incidere casistiche come infrazioni del codice della strada o incidenti. Per tutte le informazioni ti invito a leggere l’articolo specifico: cosa succede se guido con patente scaduta.

Pubblicato da Anna Sepe il 10 maggio 2018