Guarnizione testata bruciata, sintomi e info

Guarnizione testata bruciata sintomi

Guarnizione testata bruciata, sintomi e informazioni in caso di perdite o altre anomalie del radiatore. Costi di riparazione e quando la testata è da rifare.

La testata del motore ha il compito di sigillare e isolare la parte superiore dei cilindri. Parliamo di un componente importante per la camera di combustione e le guarnizioni della testata possono essere viste come l’anello debole dell’intero sistema. Sono più soggette a usura o ai danni delle elevate temperature dei gas e della stessa combustione.

Perché la guarnizione della testata si brucia

Tenete presente che parliamo di una componente meccanica fondamentale per la camera di combustione. Il campo termico della testata può raggiungere temperature molto elevate. La temperatura media è intorno ai 180 °C ma in alcune zone la temperatura raggiunge i 250 °C. Tali zone sono critiche in quanto generano punti caldi e sono soggette a continue sollecitazioni.

La guarnizione della testata si brucia a causa di un surriscaldamento che può essere innescato da diverse cause.

In caso di un’errata chiusura del coperchio della testata, la guarnizione è più soggetta a usura e a bruciarsi perché raggiunta dalle alte temperature.

Ancora, se si brucia un fusibile e la ventola non scatta al momento giusto… Le casistiche sono molto numerose, così, la guarnizione della testata bruciata rappresenta un guasto molto comune.

Guarnizione della testa bruciata, sintomi

Come capire se la guarnizione della testata si è bruciata? I sintomi da cogliere sono molteplici. In primis, se l’auto consuma molta acqua refrigerante e bisogna costantemente rabboccare il liquido di raffreddamento del radiatore, in assenza di perdite, questa elevata richiesta di liquido refrigerante potrebbe nascere proprio da un surriscaldamento localizzato nella testata del motore.

Controllate sotto il tappo del serbatoio dell’olio. Quando la guarnizione della testata perde, è danneggiata o bruciata, il calore causa la formazione di una sostanza viscosa e chiara sotto il tappo dell’olio. Se sotto il tappo dell’olio vi è questa sostanza cremosa, simile a maionese, avete un indizio tangibile che possa esserci una perdita alla guarnizione della testata.

In ogni caso, l’assenza di questa sostanza sotto il tappo dell’olio, non vuol dire che la guarnizione della testata sia integra, quindi ricordate di controllare tutti i sintomi.

Tra gli altri sintomi evidente della guarnizione della testata bruciata, segnaliamo il classico fumo bianco dal tubo di scappamento. Il fumo bianco che fuoriesce dalla marmitta (terminale di scarico) è causato dal refrigerante che penetra nei cilindri e viene bruciato insieme all’aria e al carburante. Man mano che la perdita peggiora, il fumo diventa sempre più bianco e dovrete rabboccare sempre più velocemente il refrigerante nell’apposito serbatoio dell’acqua.

Come evitare che la guarnizione della testata si bruci

Se vi è capitato spesso di bruciare la guarnizione della testata del motore, qualcosa non va! Siete sicuri di aver eseguito tutti i tagliandi e i controlli dovuti? Per evitare che la guarnizione della testata si bruci potete seguire questi semplici accorgimenti:

  • Verificate spesso il buon funzionamento dei dei fusibili
  • Verificate spesso lo stato d’usura dell’elettroventola
  • Quando cambi l’olio motore, ispezionalo per capire se vi sono tracce del liquido del radiatore. Una perdita a livello della guarnizione della testata consente al liquido refrigerante di filtrare e penetrare fino all’olio. Dato che si tratta di due sostanze dalla consistenza diversa, il refrigerante subito si fa notare. In questo caso il danno è già fatto e la guarnizione della testata presenta già una perdita ma, se è minima, è possibile eseguire una riparazione fai da te utilizzando un collante.

La riparazione fai da te della guarnizione della testata è possibile solo in caso di leggere perdite ma non quando l’intera guarnizione risulta danneggiata. In caso di guarnizione che perde è possibile sigillare la perdita con degli appositi mastici. Le miscele sigillanti possono rappresentare una soluzione provvisoria o addirittura definitiva quando la perdita è esigua.

Per conoscere i costi della sostituzione della guarnizione della testata bruciata, sia i costi d’acquisto della nuova guarnizione sia i costi di manodopera richiesti dal meccanico, vi invitiamo a leggere l’approfondimento dedicato: guarnizione della testata bruciata, costi.

Pubblicato da Anna Sepe il 22 maggio 2017