Domanda per ottenere l’esenzione del bollo auto

Come ottenere l’esenzione del bollo auto? Le categorie che non devono pagare il bollo auto sono tre: i possessori di un’auto amica dell’ambiente, i possessori di un’auto storica e i portatori di invalidità civile accertata o che hanno accesso alla legge 104.

Per chi guida un’auto ad alimentazione esclusiva a gas, l’esenzione al pagamento del bollo è parziale. La riduzione del 75% viene stimata direttamente al momento del calcolo del bollo d’auto.

Per chi possiede un’auto di interesse storico, l’esenzione del bollo d’auto scatta in automatica, infatti l’intestatario, al posto del bollo auto, dovrà pagare un contributo regionale dal valore compreso tra i 25,82 euro e i 30 euro.

Chi possiede un’auto elettrica è, in automatico, esentato dal pagamento del bollo d’auto per i primi cinque anni di vita del veicolo.

Il discorso è un po’ più complesso quando si tratta dell’esenzione del bollo auto per invalidi, disabili e portatori di handicap. In questo caso è possibile non pagare il bollo dell’auto sia se la vettura è intestata direttamente al disabile, sia se la vettura è intestata a un familiare che ha a carico il disabile. In particolare nel caso in cui quest’ultimo non abbia redditi superiori a 2.840,51 €, tenendo escluse pensioni sociali ed eventuali indennità, comprese quelle di accompagnamento.

Ecco come fare la domanda di esenzione del bollo d’auto:

Il modulo di richiesta di esenzione del bollo d’auto va presentato all’Ufficio Tributi della Regione di appartenenza entro 90 giorni dalla scadenza del termine per il pagamento del bollo.

  • E’ possibile scaricare il modulo di richiesta di esenzione bollo auto per disabili, direttamente dalla sezione Download presente al termine di questo articolo.

La pratica verrà gestita direttamente da ogni singola Regione e alla richiesta occorrerà allegare anche documenti differenti a seconda della tipo di disabilità:

-i non vedenti e i sordomuti dovranno allegare il certificato di invalidità rilasciato da una commissione medica pubblica.

-i portatori di handicap psichico o mentale, così come i disabili con limitazione della deambulazione dovranno presentare il verbale in cui ne viene accertata la condizione rilasciato dalla Commissione medica competente secondo l’articolo 4 della Legge n. 104 del 1992.

-disabili con ridotte capacità motorie: certificato di invalidità rilasciato dalla Commissione medica dell’ASL di appartenenza o da altra Commissioni mediche pubbliche. Dovrà essere indicato in modo esplicito il tipo di disabilità.

-Al modulo dovrà essere allegata una copia della patente di guida speciale (non obbligatorio per coloro che non sono in grado di guidare) e una fotocopia della carta di circolazione del veicolo

Download – Allegato da scaricare, file Word editabile:
Modulo di richiesta di esenzione del bollo auto 

 

Pubblicato da Anna Sepe il 25 agosto 2014