Costo multa per moto in divieto di sosta

Costo multa per moto in divieto di sosta

Costo multa per moto in divieto di sosta: a quanto ammonta, pagamenti in misura ridotta e ricorso. Parliamo delle multe alle moto.

Quando si parla di multe ai motocicli nel web si tende a fare un po’ di confusione. Molti blogger riportano che la multa per uno scooter o una moto parcheggiata in divieto di sosta vede un importo identico alla sanzione prevista per le auto: niente di più scorretto. La multa moto per divieto di sosta vede un importo inferiore rispetto alla stessa infrazione commessa da un’auto. Vediamo tutti i dettagli.

Costo multa divieto di sosta

A quanto ammonta l’importo di una multa presa per divieto di sosta da un motociclo o ciclomotore (moto o scooter)? Da 24 a 163 €.

E’ l’articolo 158 del nuovo codice della strada a dettare le regole per l’importo e le condizioni delle sanzioni previste per il divieto di fermata e divieto di sosta. Seconda il comma 5 e il comma 6 dell’articolo 158 del codice della strada, il costo multa divieto di sosta moto ha un importo variabile da 24 euro fino a 163 euro.

Ben diverso è il discorso per l’importo della multa per divieto di sosta notificata a un’auto: il costo può arrivare a 335 euro.

In dettaglio, il costo multa moto per divieto di sosta oscilla tra 24 e 97 euro quando la moto o lo scooter è in sosta allo sbocco di passi carrabili, se ostacola un altro veicolo regolarmente parcheggiato, se lo scooter o la moto è parcheggiata in seconda fila, se si trova in sosta nelle aree riservate al carico e allo scarico oppure se è parcheggiata all’imbocco in una zona a traffico limitato.

Il costo multa moto per divieto di sosta oscilla dai 40 ai 163 euro per moto e scooter nei seguenti casi: quando la moto o lo scooter sono parcheggiati sui dossi, nelle curve, in prossimità di passaggi a livello o in corrispondenza dei binari del treno. Questi importi scattano anche in caso di scooter o moto parcheggiati sulle strisce pedonali, su piste ciclabili, sulle corsie o gli spazi riservati a taxi e mezzi pubblici, sulle rampe oppure se il motociclo ostacola la vista di segnali stradali o semafori.

Quanto costa la multa per moto o scooter parcheggiato sul marciapiede? Anche in caso di moto parcheggiata sul marciapiede l’importo della multa può andare dai 40 ai 163 euro, le sanzioni più salate sono riservate a chi parcheggia impropriamente sui corridoi riservati alle persone invalide.

Importo multa moto per divieto di sosta: pagamento in misura ridotta

Il costo della multa può vedere un ribasso per chi esegue il pagamento entro 5 giorni dalla notifica. L’importo, con un pagamento tempestivo, vede una riduzione del 30%.

Rimozione forzata della moto

La riduzione del pagamento non è sempre disponibile quando la multa è accompagnata alla rimozione forzata della moto. In caso di rimozione forzata, al costo della multa bisognerà poi aggiungere l’importo necessario per riavere il mezzo (il costo legata alla rimozione).

Facendo un esempio, se la moto è stata parcheggiata in divieto di sosta con rimozione forzata (magari andava a bloccare un passo carrabile o era sul marciapiedi in una zona di scarico e carico merci) non solo sarà necessario pagare l’importo della multa per divieto di sosta (da 40 a 163 euro) ma bisognerà sostenere i costi della rimozione forzata del motociclo (generalmente compresi tra circa 70 e 95 euro). In più, si aggiungerà un importo per ogni giorno di deposito della moto (quindi prima andate a ritirarla e meglio è!).

Andare contromano in moto: multe

Le multe più care scattano quando il motociclista (o l’automobilista) è pizzicato a guidare contromano: attenzione a questo dettaglio anche quando la strada è divisa in più carreggiate separate e volete parcheggiare sul lato opposto della carreggiata: anche se fate pochi metri, state commettendo un’infrazione molto grave.

Chi è pizzicato a guidare contromano è soggetto a una sanzione amministrativa e al pagamento di una somma che va dai 318 ai 1.272 euro. La sanzione amministrativa accessoria prevede la sospensione della patente da uno a tre mesi. In caso di recidiva (se nel giro di due anni il motociclista è pizzicano ancora una volta a guidare in contromano) la sospensione della patente moto va dai due ai sei mesi.

Pubblicato da Anna Sepe il 3 luglio 2018