Come si calcola la distanza di sicurezza

Come si calcola la distanza di sicurezza

Come si calcola la distanza di sicurezza e quali sono le multe e le sanzioni amministrative previste per chi infrange la legge? Ecco tutte le info sulla distanza di sicurezza.

Distanza di sicurezza, la formula
Esiste una formula matematica per portare a termine il calcolo della distanza di sicurezza? In effetti per calcolare la distanza di sicurezza sono molte le variabili da tenere in considerazione, tuttavia, un po’ di matematica ci può servire per capire esattamente in quanto tempo riusciamo ad arrestarci rispetto l’ostacolo (il veicolo che ci precede) così da capire la distanza di sicurezza adeguata da rispettare.

Concetti da tenere presente:
1) Alla velocità di 100 km/h si percorrono 27.8 metri al secondo.
2) Prima di iniziare ad arrestare il veicolo si trascorre un certo “tempo di reazione” che serve a mettere a fuoco la situazione e a trasferire il piede dal pedale dell’acceleratore a quello del freno. Questo tempo di reazione ammonta a circa 7 decimi di secondo ma nella pratica si considera il tempo di 1 secondo.

Conclusione
Ciò significa che a 100 km/h, se un ostacolo compare all’improvviso sulla corsia, prima di iniziare a frenare percorriamo quasi 20 metri!

La distanza di sicurezza dovrà corrispondere non allo spazio totale di arresto bensì allo spazio che il veicolo percorrerà durante il tempo di reazione.

Prima abbiamo affermato che una formula matematica esatta per il calcolo della distanza di sicurezza non può esserci perché le variabili sono tante. Sì, perché molto dipende anche dal veicolo che guidate e da quello che vi precede.

Se vi precede un’auto con ABS, ruote invernali di buona tenuta e alla giusta pressione, quattro freni a disco… mentre voi guidate una vettura priva di ABS e pneumatici troppo gonfi, il veicolo che vi precede avrà bisogno di uno spazio d’arresto di 50 metri mentre magari il vostro veicolo ne avrà bisogno di 70. A questo punto, in caso di arresto improvviso, l’impatto è quasi inevitabile! Lo spazio d’arresto, così come la distanza di sicurezza, varia da auto a auto e anche in base alle condizioni stradali.

Adottando la stessa formula matematica e aggiungendo lo spazio di frenata, si avranno delle distanze di sicurezza generali che sono riportate nella tabella in alto.distanza di sicurezza

Tenete ben presente che la distanza di sicurezza non varia solo in base alla velocità e al veicolo, una forte incidenza è data anche dalle condizioni stradali tanto è vero che:

  • In caso di pioggia o strada bagnata bisogna aumentare la distanza di sicurezza del 20 – 30%
  • Sulla neve o sul ghiaccio, lo spazio di arresto può quadruplicare e con esso aumenta vertiginosamente anche la distanza di sicurezza.
  • in caso di stanchezza alla guida, il tempo di reazione può aumentare condiserevolmente, quindi se guidate da molte ore o siete stanchi, riducete sensibilmente la velocità di crociera così da poter arrestare più velocemente il veicolo.

Distanza di sicurezza in autostrada
In autostrada, data la velocità più elevata, diventa estremamente importante rispettare la prescrizione di marciare a un’adeguata distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

Distanza di sicurezza, multa e sanzioni
L’inosservanza della distanza di sicurezza, al pari dell’infrazione dei limiti di velocità, oltre a mettere a repentaglio la sicurezza degli automobilisti, se rilevata dalle autorità, prevede sanzioni piuttosto severe e la perdita di un certo numero di punti della patente.

A quanto ammonta la multa per mancato rispetto della distanza di sicurezza?
Coloro che violano queste disposizioni possono incorrere in una multa che può oscillare da un minimo di 41 ad un massimo di 168 euro e nella decurtazione di tre punti dalla patente di guida. La sanzione pecuniaria cresce se l’inosservanza della distanza di sicurezza causa un tamponamento, in questa circostanza la multa può variare da un minimo di 84 euro fino a un massimo di 335 euro, la decurtazione dei punti patente sale 5 punti.

Distanza di sicurezza e ritiro patente
Ricordiamo che se il medesimo soggetto, in un periodo di due anni, è pizzicato almeno due volte a commettere la stessa violazione, oltre alla sanzione pecuniaria è prevista la pena amministrativa accessoria con la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Le multe più salate
Un ulteriore aggravio è previsto se la collisione ha causato delle lesioni gravi alle persone coinvolte, in questo caso la multa per mancato rispetto della distanza di sicurezza e lesioni alle persone come aggravante, ammonta a un minimo di 419 euro e un massimo di 1.682 euro e con la decurtazione di ben 8 punti dalla patente di guida. Vi suonerà strano ma… in autostrada la gran parte di incidenti avviene proprio a causa dell’inosservanza di questa prescrizione.

Pubblicato da Anna Sepe il 7 maggio 2015