Come riguadagnare i punti della patente

Un gran numero di autoscuola organizza corsi per riguadagnare i punti persi dal saldo patente. E’ dal primo luglio 2003 che è stata introdotta la patente a punti ed è da allora che molti automobilisti collezionano multe continuando a perdere i punti della patente. Il meccanismo prevede un bonus totale di 20 punti iniziali, questi punti possono essere decurtati al momento dell’infrazione o possono aumentare se il pilota mantiene una guida impeccabile per lungo tempo.

Se il pilota arriva a farsi decurtare tutti i punti dalla patente fino ad arrivare a saldo zero, questo sarà costretto a dover ripetere nuovamente l’esame di pratica e di teoria. Quando terminano i punti a disposizione si ha la revoca automatica della patente.

Come riguadagnare i punti della patente, i corsi
A seguito di un’infrazione, per recuperare i punti della patente, è possibile frequentare un corso presso un’autoscuola abilitata. Il corso sarà seguito da un esame teorico e uno pratico e potrà riaccreditare fino a un massimo di 6 punti patente. Per chi è in possesso di una licenza di guida professionale, il recupero di punti patente si può spingere fino a 9 in una sola volta.

Chi può seguire questi corsi?
L’esame può essere sostenuto da chi è stato pizzicato in contravvenzione che comporta la perdita di più di 5 punti e che, nell’arco di 12 mesi, ha subito due decurtazioni di almeno 5 punti ciascuna.

Per chi ha subito decurtazioni minori c’è un sistema di merito. Come già premesso, gli automobilisti dalla guida impeccabile che non hanno commesso alcuna violazione del codice della strada ci sarà un accredito di un punto all’anno per 3 anni, successivamente si aggiungono 2 punti all’anno per ogni anno senza infrazioni fino a raggiungere un massimo di 10 punti.

Chi ha pochissimi punti residui può decidere di non effettuare la comunicazione dei dati (se non c’è la flagranza di reato) e accollarsi -oltre alla spesa della multa- di un ulteriore sanzione dall’ammontare di circa 300 euro (la sanzione potrebbe arrivare a 1.050 euro ma questa somma è applicata a condizioni del tutto particolari). La sanzione è un po’ salata ma se i punti della patente rimasti sono davvero pochi, potrebbe essere l’unica opzione per non andare incontro a una revoca della licenza di guida. In ogni caso, anche i corsi per riguadagnare i punti della patente si fanno pagare. Scrutando i prezzi offerti da varie autoscuole autorizzate, si può dire che il costo per il corso varia da 150 euro fino a un massimo di 400 euro.

Pubblicato da Anna Sepe il 2 agosto 2013