Come prendere la patente A

Quando si parla di Patente A si hanno a disposizione tre tipi di licenze di guida: la Patente A1, A2 o A3. La cosiddetta “patente senza limiti” è proprio la patente A3. La patente A senza limiti serve per guidare qualsiasi tipo di moto, senza limitazione di cilindrata. Dal 19 gennaio del 2013, la patente A senza limiti può essere presa solo da chi ha compiuto 24 anni. Il limite di età può scendere a 20 anni se l’utente è già in possesso di patente A2 da almeno 2 anni, vale a dire, se il pilota ha preso la patante A2 al compimento del diciottesimo anno d’età.

Ricapitolando!

La Patente A1 può essere conseguita a 16 anni e servirà a guidare scooter di cilindrata massima di 125 cm3 e con una potenza massima di 11 kW e un rapporto potenza peso non superiore ai 0,1 kW per kg. Con la patente A1 si possono guidare tricicli con potenza inclusa entro i 15 kW.

La Patente A2 può essere presa a partire dai 18 anni. Consente di guidare veicoli con potenza compresa nei 35 kW e un rapporto potenza peso non superiore ai 0,2 kW per ogni kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima. In altre parole, se volete acquistare una moto e avete la Patente A2, dovete prendere la versione depotenziata direttamente dalla casa produttrice.

La Patente A senza limiti, detta anche Patente A3, può essere presa al compimento dei 24 anni o a 20 anni se il pilota era già in possesso di patente A2 da due anni. Con la patente A senza limiti si potranno guidare motocicli a due ruote di categoria L3e o categoria L4e con motori di qualsiasi cilindrata.

La Patente A può essere presa sia come privatista che presso un’autoscuola. In entrambi i casi sarà necessario sostenere un esame teorico e uno pratico. L’esame pratico prevede una prova di abilità data da una sorta di percorso a ostacoli: il candidato dovrà effettuare uno slalom tra materiali plastici, dovrà percorrere un Otto, effettuare il transito in un corridoio stretto, una frenata al termine del rettilineo. L’esame di abilità sarà seguito da una prova su strada.

Quanto costa?
Il prezzo varia da autoscuola ad autoscuola. Per quanto riguarda l’esame da privatista presso la motorizzazione, il pagamento ammonta a:
• pagamento di € 14,62 sul c/c 4028
• pagamento di € 24,00 sul c/c 9001
• visita medica presso una delle autorità sanitarie previste dall’art. 119 del Codice della strada.

Per i pagamenti, è necessario ritirare i bollettini prestampati nelle sedi locali della Motorizzazione Civile. Deve inoltre essere presentata una domanda ad un ufficio della motorizzazione utilizzando l’apposito modulo, il “TT2112”, in distribuzione presso gli uffici.

Al modulo compilato occorre allegare:
• le attestazioni dei pagamenti effettuati
• il certificato della visita medica in bollo
• 2 foto recenti in formato tessera, di cui una autenticata, su fondo bianco ed a capo scoperto, su carta non termica.

Pubblicato da Anna Sepe il 13 agosto 2013