Come studiare bene per la patente

Patente in vista? Meglio studiare bene e soprattutto…. per tempo! Preparare esami last minute è una pessima idea e incrementerà al massimo lo stress legato all’evento. Oggi vedremo come studiare bene per l’esame teorico della patente.

In primis, se state conseguendo la patente presso un’autoscuola, ricordate che avete speso del denaro extra per guide e corsi quindi sfruttateli al massimo: seguite tutte le lezioni con la massima attenzione, se può aiutarvi prendete appunti oppure recatevi alla lezione direttamente con il libro di teoria su cui studiare così da sottolineare i concetti chiave da fissare alla mente. In fondo le cose da sapere per superare l’esame della Patente non sono così tante ma di certo risulterà molto difficile per chi non ha alcuna familiarità con il mondo dei motori e della segnaletica stradale.

Molti affermano che per studiare bene per la patente basta comprendere il meccanismo dei quiz, tuttavia questo è vero solo se si ha già una buona conoscenza della materia. Non esistono metodi logici per superare i quiz senza avere un minimo di padronanza dell’argomento, per questo motivo cercate di scandire un ritmo che prevede, oltre le lezioni presso l’autoscuola, anche lo studio del libro di teoria e i quiz delle prove d’esame.

Chi non è iscritto all’autoscuola e vuole conseguire la patente come privatista, può aiutarsi con lo studio online. Sono molti i siti che forniscono quiz, prove d’esame e schede tecniche atte ad aiutare il candidato che deve conseguire la patente di guida. Tra i vari portali web che offrono la possibilità di effettuare esercitazioni online, segnaliamo www.rmastri.it/webpatente3/ dove lo studente potrà esercitarsi “per argomento” (magari scegliendo i punti più carenti… il tallone di Achille della maggior parte degli studenti sono le precedenze!), effettuare simulazioni d’esame o sfogliando il manuale di teoria.

Come premesso, molti studenti provano a effettuare i quiz senza studiare minimamente il libro di teoria. Tale strategia è utile solo se si ha una buona conoscenza della segnaletica, delle precedenze e del mondo dei motori. Per queste persone potrebbe essere utile consultare le schede dei quiz con tutte le soluzioni già presenti. Ovviamente non servirà a niente memorizzare le risposte alle domande ma potrebbe essere utile notare alcune particolarità dei quiz: ogni qual volta la domanda del quiz è formulata con le clausole “ove è possibile”, “così come previsto dal Codice della Strada”, “quando l’automobilista non è impossibilitato…”, l’affermazione è sempre vera!

Pubblicato da Anna Sepe il 14 agosto 2013