Come oscurare i vetri posteriori

Oggi vedremo come oscurare i vetri posteriori con metodi “fai da te”. Oscurare i vetri posteriori è una scelta che può essere dettata da un’esigenza di privacy, per fattori estetici o per garantire una maggiore sicurezza ai passeggeri: i vetri si possono oscurare con una pellicola che impedirà ai cristalli di scheggiare i passeggeri nel caso di un violento impatto con frantumazione dei vetri.

Come oscurare i vetri posteriori, i limiti imposti dal codice della strada
Secondo la legge italiana, si possono oscurare i vetri solo sui cristalli della seconda fila, pena una sanzione che può variare dai 62 ai 262 euro e, se avete la sfortuna di imbattervi in un operatore zelante, può subentrare il ritiro della carta di circolazione e scattare l’obbligo di revisione. Per questo è meglio oscurare i vetri seguendo i limiti imposti dalla legge.

Per quanto riguarda il livello di opacità, il Codice della Strada consente di arrivare fino al 90%. Quindi potete oscurare i vetri con un’opacità fumè (al 30%) o un’opacità più estrema. In ogni caso, se non avete grossa dimestichezza con il parcheggio e la vostra auto non è equipaggiata con sensori sonori, vi consigliamo di non spingervi oltre il 70% di opacità.

Come oscurare i vetri posteriori, il listino di un professionista
Se con il fai da te questa operazione vi porterà via pochi euro, rivolgendovi a un professionista potete arrivare a spendere fino a 450 euro. Tutto dipende dal modello della vostra lettura, le più care sono le monovolume e le berline con lunotto fisso. Prima di calarvi nelle prove “fai da te”, vi conviene chiedere un preventivo ai vari professionisti del settore.

Come oscurare i vetri posteriori, la guida fai da te
Per oscurare i vetri posteriori vi occorreranno questi materiali:
-kit per l’oscuramento dei vetri
-spruzzino con acqua (potete utilizzare un contenitore di detersivo ormai esausto o gli spruzzini da spiaggia)

I kit per l’oscuramento dei vetri è composto da una pellicola (della colorazione e dell’intensità da voi scelta), un taglierino e una spatola.

Prima di iniziare: pulite bene la parte interna dei vetri posteriori dell’auto. Rimuovete eventuali polveri e sporco vario che potrebbe compromettere l’applicazione della pellicola. La pellicola va applicata nella parte interna del vetro, quella che si affaccia nell’abitacolo.

Fate attenzione!
La pellicola è appena necessaria per oscurare i due vetri posteriori e il lunotto quindi state attenti a prendere le misure e a tagliare la pellicola in modo corretto. Per aiutarvi nell’operazione, utilizzate un pennarello per tracciare il perimetro da tagliare.

Con il taglierino, tagliate lungo il perimetro selezionato lasciando dei lembi di pellicola in eccesso. Con lo spruzzino, inumidite il vetro: l’acqua fungerà da colla per attirare la pellicola e farla aderire al vetro. Stendete delicatamente la pellicola sul vetro da oscurare.

Con la spatolina presente nel kit, rimuovete l’acqua superflua e le eventuali bolle d’aria con movimenti che vanno dall’alto verso il margine inferiore della pellicola.

Una volta rimosse tutte le imperfezioni, impugnate nuovamente il taglierino e rifinite la pellicola eliminando tutte le eventuali porzioni in eccesso.

Pubblicato da Anna Sepe il 8 luglio 2013