Come impennare in scooter

Prima di spiegarvi come impennare in scooter vi ricordiamo che questa pratica è del tutto illegale. L’educazione stradale impone di guidare nel massimo della stabilità e sicurezza, a voi sembra stabile impennare su una ruota? A me non di certo e neanche al codice della strada! Quindi, se volete impennare in scooter, occhio alle forze dell’ordine, perché oltre a rischiare di cadere e rompervi la noce del collo, rischiate multe salatissime e, in alcuni casi, il sequestro del mezzo.

Ragazzi, la sicurezza stradale non è un optional!

Detto questo, continuiamo ancora un po’ con le avvertenze. Quando impennate rischiate la vostra salute e quella del vostro scooter, parliamo prima di voi, piloti: indossate il casco e allacciate il cinturino, meglio se si tratta di un casco integrale. Quanto allo scooter, i danno potrebbero esserci anche se non si verifica una caduta. Se lo scooter monta un grosso kit di scarico, nell’impennare la marmitta potrebbe danneggiarsi! Nel terminare l’impennata se non siete “morbidi” andrete a distruggere ammortizzatori e forcelle.

Chi vuole cimentarsi in questo tipo di buffonata, può impennare in un luogo sicuro, in un parcheggio ben asfaltato o in una strada privata senza buche e soprattutto lontano da pedoni! Se proprio volete rischiare la vostra pelle e il sequestro, fatelo pure, ma non rischiate la vita degli altri!

Qualsiasi scooter può impennare (ho detto scooter, no maxiscooter o carcasse morte), basta portare il vostro peso sulla parte posteriore e tirare su una ruota! Impennare è soprattutto una questione di corretta postura. Vediamo nel dettaglio:

  1. Nei mezzi molto pesanti, le gambe non devono essere tenute avanti ma lateralmente al mezzo. Con i classici scooter 50 cc i piedi vanno posti sulla pedana ma molto arretrati. Il peso va caricato interamente nella zona retrostante allo scooter, vale a dire, nei pressi della posizione tipica di un porta pacchi. Non dovete stare curvi con la schiena ma dovete essere eretti.
  2. Mentre transitate in scooter, fate attenzione a capire il punto di coppia massima dello scooter così da accelerare al massimo e dare uno strattone al manubrio e praticare il classico “colpo di reni” tirando all’indietro il mezzo. Attenzione: non è necessario tirare il mezzo con il manubrio portando indietro le braccia, per impennare non serve forza muscolare ma solo coordinazione fisica.
  3. A questo punto la ruota anteriore si alzerà da terra e, dato che voi avete l’acceleratore ancora premuto al massimo schizzerete in su a meno che non molliate un po’ di gas così da non andare incontro a una caduta sicura.

Nei primi tempi esercitatevi nel limitarvi ad alzare la ruota anteriore: appena questa si solleva da terra, mollate l’acceleratore e date un po di freno. Quando vi sentirete sicuri, mollate meno l’acceleratore rimanendo con un po’ più di gas. Ogni volta, tenete un po’ più di gas così da sperimentare gradualmente l’impennata sul vostro scooter.

Pubblicato da Anna Sepe il 7 settembre 2013