Come immatricolare un’auto estera

Un’auto acquistata all’estero sia nuova che usata non può circolare nel territorio italiano se prima non viene immatricolata secondo le norme vigenti in Italia: il massimo consentito per un’auto immatricolato all’estero è un anno. Oltre tale termine bisogna necessariamente immatricolare l’auto in Italia presso la Motorizzazione Civile per essere registrata poi presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Le modalità cambiamo: dipende se l’auto è stata importata da un Paese che fa parte dell’Unione Europea oppure da un Paese extraUE. Vediamo nel dettaglio come immatricolare auto estera, seguendo tutta la procedura necessaria.

Come immatricolare auto estera importata da paese UE
In genere, l’auto acquistata all’estero viene immatricolata dai concessionari stessi; se ciò non dovesse succedere bisognerà organizzarsi per la immatricolazione in Italia.
Se l’auto viene da un Paese UE si può procedere alla immatricolazione in Italia mediante lo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) che trovate su tutto il territorio nazionale presso:

  • gli uffici provinciali dell’ACI (PRA),
  • gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC)
  • delegazioni degli Automobile Club
  • gli studi di consulenza automobilistica (agenzie pratiche auto) abilitati al servizio

In caso di auto nuova occorrono i seguenti documenti:

  • un documento d’identità/riconoscimento dell’acquirente,
  • l’atto di vendita con la firma del venditore autenticata da un notaio
  • la dichiarazione di conformità o certificato di conformità europeo con omologazione italiana o certificato di conformità europeo accompagnato dalla dichiarazione di immatricolazione rilasciati dalla casa costruttrice

Se il proprietario dell’auto è un cittadino extracomunitario con residenza italiana deve anche presentare:

  • copia del permesso di soggiorno in corso di validità
  • oppure copia del permesso di soggiorno scaduto con allegata la copia della ricevuta postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo
  • oppure fotocopia del documento di identità e fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell’istanza di primo rilascio
  • oppure copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

Se l’auto è usata occorre anche la carta di circolazione estera con fotocopia

Come immatricolare auto estera importata da extra UE
Se l’auto proviene da un Paese extraUE non bisogna rivolgersi allo STA: l’immatricolazione va fatta presso l’ufficio provinciale della Motorizzazione. Entro sessanta giorni dalla data di effettivo rilascio della carta di circolazione, bisognerà iscrivere l’auto al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).
Ecco i documenti che occorrono:

  • titolo di proprietà del veicolo.
  • documenti già indicati per auto proveniente dai Paesi UE
  • certificato di residenza

Come immatricolare auto estera, a chi rivolgersi
Per immatricolare un auto estera, potete rivolgervi all’ACI o ad una agenzia pratiche auto

Pubblicato da Anna Sepe il 29 marzo 2014