Caricare l’iphone in macchina 

caricare iphone in macchina

Caricare iPhone in macchina: le istruzioni per ricaricare lo smartphone in auto con tre differenti strategie. Consigli su cosa fare se l’iPhone non si carica.

Se state uscendo di casa e avete necessità di caricare lo smartphone, la soluzione più ovvia è ricaricarlo durante il tragitto! Ricaricare l’iPhone in auto non solo è possibile ma è anche più sicuro che farlo in casa. L’iPhone, quando si ricarica nelle classiche prese elettriche domestiche, è più soggetto a sbalzi di tensione mentre in auto questo rischio è sensibilmente ridotto.

I modi per caricare l’iphone in auto sono molteplici ma non tutti convenienti. Noi ne proponiamo tre:

  • Caricare l’iPhone in macchina sfruttando l’accendi-sigari.
  • Caricare l’iPhone in auto sfruttando un piccolo accumulatore dedicato.
  • Caricare l’iPhone in auto trasportando con sé anche il notebook.

Caricare l’iPhone in auto con il notebook

Qualcuno di voi può valutare di ricaricare l’iPhone in auto sfruttando la batteria e l’ingresso USB del proprio computer portatile.

Questa strategia non solo è controproducente (andrete a usurare la batteria del notebook sottoponendolo a cicli di ricarica inutili) ma è anche molto lenta: le porte USB standard possono erogare energia fino a un massimo di 0,5A. Se avete un computer di ultima generazione con ingresso USB 3.1, la ricarica fornita arriverà fino a un massimo di 1,5A (anche se spesso si ferma a 0,9A). Ciò significa che l’iPhone si ricaricherà molto lentamente.

Caricare l’iPhone in auto con l’accumulatore

E’ una soluzione pratica e alla portata di tutti: non è necessario avere un accendisigari per caricare l’iPhone in macchina!

Per ricaricare l’iPhone in auto senza accendi sigari e senza porta usb integrata, l’accumulatore è l’accessorio che fa al caso vostro. In commercio ne esistono svariati modelli dalle più disparate caratteristiche. Quale scegliere? Dipende dalle vostre esigenze.

I caricabatterie portatili hanno il “difetto” che periodicamente devono essere ricaricati, quindi di tanto in tanto dovrete “alimentarli”. Tra gli accumulatori più performanti segnaliamo il modello Abusun da 20000mAh .

I nostri test, condotti con un iPhone 6, hanno visto che questo dispositivo riesce a garantire dai 6 agli 8 cicli di ricarica (con batteria residua dell’iPhone del 20 – 25%). La durata dell’accumulatore consentiva molti più cicli se terminavamo la ricarica appena raggiunto l’80%. Il dispositivo segnalato è proposto su Amazon al prezzo di circa 26 euro (spese di spedizione comprese), tuttavia, sullo stesso ecommerce vi sono modelli più economici dalla capacità ridotta. Se ne trovano anche a 10 euro con spese di spedizione gratuite.

Caricabatterie da auto per iPhone

In commercio non mancano adattatori che trasformano l’uscita dell’accendisigari in un ingresso USB pronto per alimentare il nostro dispositivo. Come già spiegato nel paragrafo dedicato alla ricarica dell’iPhone da notebook, la qualità dell’ingresso USB può fare la differenza tra una ricarica rapida e una ricarica lenta. Per caricare l’iPhone velocemente consigliamo di scegliere caricabatteria da auto di almeno 2,0A.

Per non imbattersi in problemi di ricarica vi consigliamo di scegliere solo caricabatterie da auto di alta qualità. Di seguito vi segnaliamo un modello da noi testato e scelto per l’ottimo rapporto qualità/prezzo;

Si tratta del Caricabatterie da auto Aukey proposto su Amazon al prezzo di 8,99 euro con spese di spedizione gratuite.

Cosa fare se l’iPhone non si carica in auto

Se l’iPhone non si ricarica in auto o anche dalla presa di corrente domestica, vi tocca controllare i vari agganci. Quando l’iPhone non si carica possono verificarsi tre scenari:

  1. problemi agli “agganci”, vale a dire al foro d’ingresso del Connettore dell’iPhone, all’ingresso USB dell’auto, alla presa di corrente…
  2. Problemi al caricabatterie
    Soprattutto i caricabatterie da auto tendono a surriscadarsi molto facilmente e a non caricare l’iPhone o addirittura ad arrecare danni all’ingresso dell’accendisigari.
  3. Problemi alla componentistica interna
    Può verificarsi in caso di un tremendo sbalzo di tensione o per un problema di fabbricazione (surriscaldamento della batteria…).
  4. Problema software
    Potrebbero esserci problemi legati alle componenti software: magari l’iPhone si ricarica perfettamente ma il display non funziona e quindi sembra che l’iPhone sia spento.

Se per gli ultimi due problemi non sono disponibili soluzioni fai da te (nella terza ipotesi bisogna contattare l’assistenza Apple e nella seconda, cambiare caricabatteria da auto), potete fare qualche tentativo per la prima ipotesi.

Controllate l’ingresso dell’iPhone, talvolta potrebbe depositarsi polvere o “lanuggine” che va impedire il corretto passaggio della corrente elettrica per ricaricare la batteria. Se intravedete dello sporco, provate a rimuoverlo delicatamente usando l’accessorio in dotazione dell’Apple, quello concepito per rimuovere la micro sim.

Per altre informazioni: come collegare l’iPhone alla macchina.

Pubblicato da Anna Sepe il 26 novembre 2015