Come aggiornare il navigatore Peugeot

Chi ha la fortuna di guidare una Peugeot con navigatore di serie, di certo si sarà chiesto come aggiornare le mappe del sistema di bordo e magari aggiungere al dispositivo GPS un sistema in grado di segnalare la presenza degli autovelox.

Prima di procedere a qualsiasi acquisto o download, bisogna capire che tipo di navigatore è presente a bordo della Peugeot, in sostanza le tipologie di navigatori disponibili con gli allestimenti Peugeot sono quattro: Wip Nav, Wip Nav Plus, Wip Com e Wip Com 3D. Se avete dubbi sul tipo di navigatore di serie, consultate il manuale utente auto.

Sconsigliamo di scaricare gli aggiornamenti piratati” in quanto si tratta di contenuti non sicuri, deve astenersi dalle forme “pirata” soprattutto l’utente che viaggia in tutta Europa in quanto gli ultimi aggiornamenti disponibili per navigatori Peugeot sono stati resi conformi con le nuove normative francesi. Nell’acquisto degli aggiornamenti originali aspettatevi prezzi salati: le nuove mappe Europa, con l’edizione 2014, costano a partire da 149 euro fino ad arrivare a 199 euro per le mappe Europa di Wip com 3D con tutti gli “Alert Zone” individuati nella prima metà del 2013: chi volesse ulteriori aggiornamenti sulle Alert Zone dovrà poi sborsare altri 24 euro per un abbonamento annuale. Che sono le Alert Zone? Si tratta semplicemente di un sistema in grado di segnalare la presenza di autovelox e tutor così da proteggere l’automobilista da eventuali sanzioni pecuniarie.

Come procedere per aggiornare il navigatore Peugeot?
Semplice: prima di tutto individuate la versione, che in molti casi si fa tenendo premuto il tasto menu per qualche secondo e individuare la voce “info”. Scaricare l’aggiornamento compatibile e salvarlo su un supporto leggibile dalla propria vettura (CD, Scheda Memoria, Penna USB); inserite il supporto esterno (o semplicemente il CD nel lettore!) nell’apposita slot di lettura -a motore acceso- e avviate la procedura di upload guidato della nuova mappa.

Un altro punto penalizzante per gli aggiornamenti pirata è che questi non posseggono una procedura di installazione guidata, così l’utente sarà costretto a scompattare manualmente il file e allungare i tempi di installazione e aggiornamento delle mappe.

Pubblicato da Anna Sepe il 3 dicembre 2013