Citroen C4 Picasso, allestimenti e prezzi

La Citroen C4 Picasso arriva alla sua terza generazione e lo fa con uno stile decisamente hitech: nell’abitacolo, sulla plancia, spiccano immediatamente due grandi display digitali, non mancano comfort e facilità di guida.

I prezzi della gamma C4 Picasso partono da 22.800 euro per l’allestimento Attraction con motorizzazione 1.6 Vti 120 a 5 marce, il top di gamma si porta a casa con 31.800 euro della configurazione Exclusive e motore 2.0 BlueHDi 150 con cambio manuale a 6 marce e sistema Start&Stop.

Nella forbice di prezzi non mancano ottime vie di mezzo, è il caso dell’allestimento Intensive con motore 1.6 e-HDi (diesel) cambio a 6 marce, sistema Start&Stop e un prezzo di 27.300 euro che diventano 28.050 per chi preferisce la trasmissione automatica. Lo stesso allestimento su benzina si paga 25.800 euro.

Con la nuova Citroen C4 Picasso, il costruttore francese ha ridotto la lunghezza di quasi 50 mm con sbalzi anteriori e posteriori più compatti. Di inedito la C4 Picasso porta linee più aggressive, proiettori frontali e fanaliera posteriore a LED.

Tornando a parlare degli interni, il più grande display ha una diagonale da 12 pollici subito seguito da un secondo schermo da 7 pollici, si tratta di un touch screen dal quale l’utente potrà gestire sistemi multimediali, climatizzazione, navigatore…. A bordo i vani portaoggetti non mancano, le finiture sono buone e per fortuna manca l’aspetto “plastico” che penalizzava le generazioni precedenti.

Comfort non solo per chi viaggia sulle poltrone anteriori: i passeggeri posteriori hanno a disposizione poltrone singole e scorrevoli oltre a dei tavoli ripiegabili.

Cosa c’è di serie con la già citata versione Intensive?
Con questo allestimento l’automobilista porterà in garage una monovolume full optional di tutto rispetto: sei airbag, sedili posteriori scorrevoli e ribaltabili singolarmente, clima automatico bi-zona, navigatore satellitare, sistema audio con radio mp3, ingressi per aux e usb, telecamera posteriore, sistema hill holder per facilitare la partenza in salita,  illuminazione d’ambiente regolabile, fendinebbia, l’immancabile ABS, sistema ESP, finestrini e specchietti elettrici, cruise control, comandi sul volante, cerchi in lega da 16″, tavolini su schienale delle poltrone anteriori, luci diurne, attacchi isofix, sistema di avviamento senza chiavi “keyless”…. insomma, una dotazione eccezionale che se aggiunta alla diretta concorrente Ford C-Max fa salire il prezzo alle stelle per raggiungere i 30.000 euro.

Pubblicato da Anna Sepe il 29 novembre 2013