Auto storiche: assicurazione e bollo

auto storiche assicurazione bollo

Auto storiche: assicurazione e bollo, come funzionano le agevolazioni, l’esenzione alla tassa di possesso e la registrazione di auto storiche e d’epoca.

Prima di parlare dei requisiti e delle agevolazioni su assicurazione e bollo destinate alle auto storiche, diciamo subito che parlare di auto storiche o di auto d’epoca non è esattamente la stessa cosa. C’è una linea di confine netta tra le auto storiche e le auto d’epoca e man mano che andremo avanti con l’articolo capiremo il perché.

Auto storiche: requisiti

Si definisce auto storica quel veicolo di interesse collezionistico a prescindere dalla sue età anagrafica. Le auto storiche sono esemplari che possono essere iscritte nei registri ASI perché hanno vissuto eventi importanti o sono appartenute a personaggi celebri.

Nel registro delle auto storiche possono finirci i veicoli impiegati per finalità di ricerche scientifico-tecnologiche, veicoli che hanno partecipato a competizioni o progettate per un determinato motivo. Si tratta di auto speciali ed è probabile che cercando informazioni su assicurazione e bollo per auto storiche, volevate intendere “auto d’epoca“. Niente paura, le agevolazioni sono assimilabili.

Per quanto riguarda le auto storiche, ecco i requisiti previsti dalla leggeLe auto storiche devono essere iscritte ai registri previsti dalla normativa, vale a dire:

  • ASI
  • Storico Lancia
  • Italiano FIAT
  • Italiano Alfa Romeo
  • Storico FMI

Tra i requisiti figura il certificato di rilevanza storica e collezionistica, CRS. Questo certificato è stato introdotto con il D.M del 19 marzo 2010 in sostituzione del certificato delle caratteristiche tecniche.

Per ottenere il Certificato di rilevanza storica e collezionistica è necessario l’intervento del Dipartimento per i Trasporti terrestri, la navigazione e i sistemi informativi e statistici. E’ questo organo che vi rilascerà la nuova carta di circolazione con l’obbligo di sottoporre il veicolo a revisione, ogni due anni.

Non deve mancare l’Attestato di datazione e storicità (AdS). Tale documento viene rilasciato solo quando il veicolo rispetta alcuni standard quali:

  • carrozzeria, telaistica e/o allestimento risultino conformi all’originale o rispondenti a caratteristiche analoghe;
  • il motore sia tecnicamente compatibile, anche se a GPL;
  • interni /selleria siano integri e decorosi.

Quando parliamo di auto d’epoca, ci riferiamo a una “macchina vecchia” con più di 30 anni dalla costruzione.

Auto storiche: il bollo, cosa prevede la legge

Fino al 31 dicembre 2014 esistevano agevolazioni e esenzioni del bollo per le auto storiche così come per le auto d’epoca. Dal 1 gennaio 2015, invece, le auto di interesse storico e collezionistico con meno di 30 anni di vita sono rimaste escluse dell’esenzione bollo. Con questo 2016 si attende una manovra governativa, per ora alcune agevolazioni sono state attivate in ambito regionale.

L’esenzione del bollo delle auto storiche con un’età minore dei 30 anni è un provvedimento condiviso da Lazio, Abruzzo, Calabria, Campania, Bolzano, Molise, Sicilia, Trento, Marche, Umbria, Puglia e Sardegna. Progressivamente altre regioni si stanno allineando con agevolazioni destinate alle auto storiche auto d’epoca. A tale scopo è importante informarsi presso il comune di appartenenza.

Auto storiche: l’assicurazione, cosa prevede la legge

In questo caso non vi sono leggi ne’ normative. A offrire prezzi contenuti sono le compagnie assicuratrici. I possessori di auto storiche auto d’epoca possono stare tranquilli: i prezzi sono davvero contenuti.

Il premio dell’assicurazione per un’auto storica è sempre più basso della norma, inoltre è prevista una Classe di Merito del tutto peculiare, quindi anche chi ha una classe elevata a causa di malus accumulati, potrà stare tranquillo.

Alcune compagnie, per le auto storiche e d’epoca, hanno attivato la “formula garage”, che prevede ulteriori sconti sul premio.

Per poter accedere alle agevolazioni per l’assicurazione delle auto storiche auto d’epoca, è necessario che il veicolo abbia compiuto almeno 23 anni e sarà necessario versare 41 anni per l’iscrizione ASI (rispettando i requisiti visti in precedenza).

Per ciò che riguarda il costo dell’assicurazione per auto storiche auto d’epoca, non esiste un premio fisso. Generalizzando possiamo dire che i costi assicurativi oscillano tra i 100 e i 200 euro.

Pubblicato da Anna Sepe il 15 gennaio 2016