Si può guidare con pantofole? E con i tacchi?

Questo dubbio sarà sorto a tutti almeno una volta nella vita: si può guidare con pantofole ai piedi? E con i tacchi? Ecco tutte le informazioni per chi vuole guidare scooter o auto con le pantofole ai piedi o con le scarpe con tacco

Stando a un’indagine, più della metà delle donne, durante l’estate, guida con pantofole, infradito o ciabatte ai piedi. Ma cosa dice il codice della strada circa questa condotta? Si può guidare con pantofole ai piedi o in generale con calzature aperte?

Sì. E’ possibile guidare con sandali, infradito, zoccoli e altre calzature aperte, non vi è alcuna legge che impone la necessità di indossare calzature chiuse. Anche chi vuole guidare con i tacchi non dovrà fare i conti con le autorità.

E’ dal 1993 che in Italia non esiste più la legge che impedisce la guida di auto, scooter o moto con calzature aperte.  Tra i 240 articoli del codice della strada non vi è nessuno che prescrive questo divieto, piuttosto vi sono due regole generali ma che non hanno basi abbastanza solide per poter contestare chi guida con infradito o pantofole ai piedi.

L’articolo 140, al comma 1, afferma che  “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale” e ancora, sempre tenendosi nel vado, il comma 1 dell’articolo 169 del codice della strada riferisce che “in tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida” pena, una multa da 80 euro e tra le sanzioni amministrative è prevista la decurtazione di un punto dalla patente.

Si tratta di due articoli molto vaghi perché un agente non può dimostrare che un paio di pantofole possano essere di intralcio alla guida e alla sicurezza, così come non può farlo se l’automobilista indossa un paio di scarpe con il tacco.

Attenzione però!
Anche se per il codice stradale è permesso guidare con sandali, infradito e altre scarpe aperte, in caso di incidente potrebbero esserci problemi con l’assicurazione.

Se il guidatore che indossa sandali, infradito o tacchi causa un incidente e intervengono le Forze dell’ordine, può darsi che nel verbale venga indicato che il tipo di calzatura utilizzata dal conducente era inappropriato e qui l’Assicurazione che dovrebbe risarcire il danneggiato potrebbe riconoscere un rimborso ridotto.

Vi può sembrare un caso limite ma… di rimborsi dell’Assicurazione quando l’incidente è stato causato da un automobilista con sandali ai piedi se ne è discusso anche in Cassazione.

La conclusione della Cassazione? La calzatura inadatta può causare incidenti.
Cassazione penale, sezione IV, con sentenza del 24 maggio 1978, numero 6401: “Lo slittamento del piede dal pedale del freno non costituisce caso fortuito, ma imperizia del conducente e quindi trattasi di condotta sicuramente colposa”.

Con questo non vogliamo scoraggiarci, potete guidare con sandali infradito o tacchi, l’unica prescrizione è quella di esercitare maggiore prudenza alla guida.

 

Pubblicato da Anna Sepe il 1 giugno 2015